Home LifestyleViva il 25 Aprile!

Viva il 25 Aprile!

La serata speciale per il 70° della Liberazione della Rai con Fabio Fazio in diretta dalla Piazza del Quirinale

Foto: Roma, la piazza antistante il Quirinale dove si svolgerà la serata speciale  - Credit: © WikimediaCommons

25 Aprile 2015 | 13:33 di Lorenzo Di Palma

5 aprile 1945 - 25 aprile 2015: la Rai celebra i 70 anni della Liberazione dal nazifascismo, con una “serata evento” condotta da Fabio Fazio che sarà trasmessa in diretta su Rai 1 e Rai HD a partire dalle 21,15.

L'evento è organizzato con la collaborazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri e prevede una serie di racconti e testimonianze, per ripercorrere la nostra Storia e anche per raccontare quelle storie “più piccole” che pure hanno contribuito alla Liberazione.

Sul palco allestito nella piazza del Quirinale, sono previsti numerosissimi ospiti: Margherita Buy, Christian de Sica, Beppe Fiorello, Sergio Castellitto, Carmen Consoli, la Banda dei Carabinieri, Francesco De Gregori con Luciano Ligabue e, ancora, la staffetta partigiana Teresa Vergalli e tanti attori che commemoreranno i caduti della Resistenza, come Alessandro Gassmann, Pierfrancesco Favino, Silvio Orlando, Luca Argentero, Massimo Ghini, Jasmine Trinca, Carolina Crescentini, Ambra Angiolini, Filippo Timi, Claudio Bisio.

Molti anche i collegamenti previsti: Pif (dalla Sicilia), Roberto Saviano (da Montecassino), Marco Paolini ed Elisabetta Salvatori (da Sant’Anna di Stazzema), Antonio Albanese (da Alba), i Negramaro (da Milano), Toni Servillo (da Varsavia), Ivano Fossati (da Genova).

Su Rai1, inoltre, è previsto, alle 15,15 uno Speciale 25 aprile, 70 anni fa a cura di Rai Cultura. Mentre Rai3 trasmette alle 20,10 Sconosciuti – Speciale Liberazione. Rai Storia presenta Il giorno e la storia, dedicando l’intera programmazione del canale all’Anniversario.

Infine su Rai5 alle 21,15 è previsto Il Teatro di Rai5 e la commedia in due atti Farà giorno, di Rosa A. Menduni e Roberto De Giorgi, con Gianrico Tedeschi. La strana vicenda di Manuel, bullo di periferia con simpatie neonaziste, che si trova ad accudire Renato, vecchio partigiano e medaglia d’oro al valore della Resistenza, dopo un incidente stradale che ha coinvolto entrambi.