Home Live newsBet Awards 2015: Nicki Minaj trionfa, Puff Daddy cade

Bet Awards 2015: Nicki Minaj trionfa, Puff Daddy cade

A Los Angeles i premi che celebrano le eccellenze afroamericane nello spettacolo. Tutti i premiati e il ritorno di Janet Jackson

Foto: Janet Jackson, 49 anni, premiata come "icona" della musica black  - Credit: © SplashNews

29 Giugno 2015 | 19:51 di Daniele Ceccherini

Nicki Minaj, Rihanna, Alicia Keys e perfino Janet Jackson, alla prima apparizione in pubblico dopo svariati anni. Ai Bet Awards 2015, i premi dedicati alle star afroamericane made in Usa dello spettacolo e dello sport, c'erano proprio tutti tranne Beyoncé, la grande assente (lei che di "Bet" ne ha vinti a decine) di questa edizione pur aggiudicandosi due premi: miglior artista femminile e miglior video con 7/11. 

Comunque star indiscussa della serata è stata Nicki Minaj, che quest'anno ha vinto il premio del pubblico e, per la sesta volta consecutiva, il riconoscimento per miglior artista rap femminile. Nicki Minaj ha ritirato i premi con la mamma sul palco e ha duettato con Meek Mill, il suo fidanzato rapper.

Meglio di lei solo Janet Jackson alla quale è stato attribuito il massimo riconoscimento dei Bet Awards, l'?Ultimate Icon: Music Dance Visual Award?. Per Janet Jackson è un ritorno sulle scene in grande stile, visto che sta per pubblicare un nuovo album dopo molti anni in cui si era ritirata a vita privata.

Tra gli uomini, invece, due premi anche per Chris Brown, miglior artista maschile dell'anno e premio dei fan.

Il momento più comico è stato sicuramente quello della caduta di Puff Daddy (Sean Combs) in una buca del palco, mentre si stava esibendo con Lil Kim, Mase, Faith Evans, 112 e The Loxper, per celebrare i 20 anni della sua etichetta discografica, la Bad Boy Records.