Home Live newsFabio e Mingo di Striscia indagati per “simulazione di reato”

Fabio e Mingo di Striscia indagati per “simulazione di reato”

Dall'inizio di aprile la Procura di Bari aveva aperto un fascicolo sui due inviati, per questo sospesi e anche denunciati da Mediaset e da Antonio Ricci

Foto: Fabio e Mingo  - Credit: © Olycom

11 Maggio 2015 | 17:39 di Lorenzo Di Palma

Inizia a farsi più chiaro il ?giallo? della sospensione di Fabio e Mingo, gli inviati baresi di Striscia la Notizia, da parte del programma di Antonio Ricci. I due infatti risultano indagati per un servizio che sarebbe una ?montatura? (l'accusa è ?simulazione di reato?) quello relativo al presunto falso avvocato andato in onda nel 2013, che in realtà sarebbe stata una messa in scena dai due e dal falso avvocato stesso.

Che infatti risulta anche lui indagato - insieme ad altre due persone coinvolte nelle riprese del servizio - con la stessa accusa da parte del pm di Bari Isabella Ginefra. Secondo gli accertamenti condotti dal nucleo di polizia giudiziaria dei carabinieri di Bari, in realtà il presunto avvocato sarebbe un attore.   

All'inizio di aprile, l'autorità giudiziaria aveva inviato alla trasmissione di Mediaset una richiesta ?di acquisizione di informazioni?, in altre parole del video integrale e senza volti oscurati per poter riconoscere le persone coinvolte nella presunta recita.

A quel punto, quindi, l'azienda e l'autore del programma, Antonio Ricci, hanno sospeso Fabio e Mingo e hanno depositato, a loro volta, due denunce per truffa nei confronti degli ex inviati presso gli uffici giudiziari di Bari.

Probabilmente Fabio e Mingo e gli autori della trasmissione saranno interrogati nei prossimi giorni.