Home Live newsGiovanna Mezzogiorno premiata a New York come migliore attrice del 2010 per «Vincere» di Bellocchio

Giovanna Mezzogiorno premiata a New York come migliore attrice del 2010 per «Vincere» di Bellocchio

Il candidato italiano agli Oscar è «La prima cosa bella» di Paolo Virzì, ma ci sono altre pellicole di casa nostra che di questi tempi raccolgono consensi negli Stati Uniti...

10 Gennaio 2011 | 07:01 di Antonio Mustara

Il candidato italiano agli Oscar è «La prima cosa bella» di Paolo Virzì, ma ci sono altre pellicole di casa nostra che di questi tempi, in piena «award season», raccolgono consensi negli Stati Uniti. Dopo l’exploit di «Io sono l’amore» di Luca Guadagnino, campione d’incassi negli Usa e presente in molte delle Top 10 stilate a fine anno dai più autorevoli critici cinematografici americani (e in quella di Quentin Tarantino), è ora la volta di «Vincere», il film di Marco Bellocchio del 2009 che racconta la tormentata storia d’amore tra Benito Mussolini e Ida Dalser, interpretata da Giovanna Mezzogiorno.

Sabato l’attrice romana ha ricevuto a sorpresa il premio come migliore attrice protagonista del 2010 dalla National Society Of Film Critics,  una prestigiosa associazione di giornalisti cinematografici (ne fanno parte 61 critici tra cui quelli di Time e Newsweek) che ha sede a New York. La Mezzogiorno ha battuto Annette Bening, una delle favorite all’Oscar per il suo ruolo di una mamma lesbica in «I ragazzi stanno bene». Il premio per il miglior film è invece andato a «The Social Network», premiato anche per il miglior attore protagonista (Jesse Eisenberg), la regia (David Fincher) e la sceneggiatura.