Home Live newsJanis Joplin: all’asta la sua Porsche “psichedelica”

Janis Joplin: all’asta la sua Porsche “psichedelica”

La base d’asta per aggiudicarsi uno dei cimeli più famosi della cantante potrebbe partire da 400mila dollari. La storia dell’auto

Foto: Janis Joplin nel 1968  - Credit: © Olycom

16 Settembre 2015 | 19:01 di Lorenzo Di Palma

Sarà battuta all'asta, il prossimo 10 dicembre, a New York da Sotheby's, la Porsche cabriolet del 1965 appartenuta a Janis Joplin, la cantante americana dalla voce potente e graffiante, morta nel 1970, a soli 27 anni, entrando nel famigerato e triste ?Club dei 27?, composto dai tanti musicisti, morti proprio a quell'età come Jim Morrison, Jimi Hendrix,  Brian Jones dei Rolling Sotnes, Amy Winehouse o Kurt Cobain.

L'auto è uno dei cimeli più famosi della storia del rock - il veicolo è stato a lungo esposto al museo della Rock and Roll Hall of Fame di Cleveland in Ohio - e si stima che il prezzo di acquisto all'asta supererà i 400mila dollari. È così famosa che è stata addirittura il soggetto dei vari docu-film come questo a cura del museo della stessa Rock and Roll Hall of Fame: 

In una delle sue canzoni più famose Janis Joplin cantava ?signore comprami una Mercedes Benz?, ma poi nel 1968 comprò questa Porsche 356C Cabriolet, una delle circa 16mila prodotte dalla casa automobilistica tedesca. L'auto era (e per certi versi lo è ancora) una delle vetture ?top" dell'epoca con dotazioni all'avanguardia.

Aveva un solo difetto agli occhi della cantante, il colore, semplicemente bianco. Perciò chiese a un suo roadie, Dave Richards, di ridipingerla mentre erano in tour. Il risultato fu un'opera psichedelica, come nella moda dell'epoca, ribattezzata ?La storia dell'universo?, con farfalle, meduse e un ritratto di Janis e la sua band, che la rese immediatamente riconoscibile.

La Joplin, infatti, la usava spesso e, ricorda la sua sorella gemella, ogni volta che la lasciava parcheggiata da qualche parte, la ritrovava sempre piena di biglietti e lettere dei fan sotto i tergicristalli. Inoltre, durante un tour, la vettura è stata anche rubata, ma la polizia, così dipinta, non ebbe difficoltà a rintracciarla.

Quando Janis Joplin morì (per overdose), molti giornalisti sono stati indotti a credere che la macchina fosse in un museo in Texas, ma era solo una copia e, per molti anni, la famosa Porsche è stata una sorta di ?automobile fantasma?, segnalata in vari luoghi e mai ritrovata.

In realtà, più semplicemente, l'auto era stata lasciata ai genitori della Joplin, che la restaurarono nel 1975 e la diedero in prestito all'esposizione della Rock and Roll Hall of Fame Museum di Cleveland.