Home Live newsMassimo Troisi: l’omaggio di Sky Cinema a 21 anni dalla scomparsa

Massimo Troisi: l’omaggio di Sky Cinema a 21 anni dalla scomparsa

Parte oggi la rassegna dedicata all’attore e regista napoletano con “Non ci resta che piangere”

Foto: Troisi nella sua ultima interpretazione "Il Postino"  - Credit: © Olycom

04 Giugno 2015 | 20:08 di Lorenzo Di Palma

Il 4 giugno del 1994 a solo 41 anni è scomparso improvvisamente, stroncato da un infarto, uno dei comici più eclettici del panorama italiano, Massimo Troisi. Sky Cinema 1 a 21 anni dalla scomparsa oggi lo ricorda in prima serata con uno dei suoi film più belli Non ci resta che piangere.

Inoltre l’omaggio all’indimenticabile attore napoletano prosegue su Sky Cinema Cult hd a partire dall’11 giugno, alle 19.05 con un serie di film che comprende: Scusate il ritardo, primo film da regista che racconta la storia di un giovane disoccupato che si innamora della ragazza di un suo amico e in prima serata con Le Vie del Signore sono finite, dove l’attore veste i panni di un barbiere paralizzato a causa di una malattia psicosomatica dovuta a delusione amorosa. Chiude in seconda serata No, grazie, il caffè mi rende nervoso, film di Lello Arena dove si assiste a una serie di misteriosi omicidi durante il Festival Nuova Napoli.

La rassegna continuerà poi giovedì 18 giugno in preserale con Hotel Colonial, mentre in prima serata l’appuntamento prosegue con il tira e molla sentimentale fra la libraria Cecilia e il ristoratore Tommaso in Pensavo fosse amore e invece era un calesse; e in seconda serata Il Postino, ultimo film interpretato dall’attore prima della sua morte, vincitore del premio Oscar nel 1995 per la colonna sonora, che racconta la commovente storia di amicizia tra un postino e il poeta Pablo Neruda.

L’ultimo appuntamento è infine per giovedì 25 giugno con Che ora è di Ettore Scola, cronaca di una giornata nella vita di un avvocato romano sessantenne (Marcello Mastroianni) in compagnia del figlio che fa il servizio militare a Civitavecchia (Massimo Troisi), mentre chiude il ciclo Non ci resta che piangere, con l’irresistibile coppia comica composta da Roberto Benigni e Massimo Troisi, nei panni di un maestro elementare e di un bidello coinvolti in un incredibile viaggio nel tempo.