Home Live news«Sapore di mare» 30 anni dopo è il progetto di Gherardo Guidi, il patron de «La Capannina», che ha compiuto 80 anni

28 Agosto 2009 | 16:00

«Sapore di mare» 30 anni dopo è il progetto di Gherardo Guidi, il patron de «La Capannina», che ha compiuto 80 anni

Il film «Sapore di mare» 30 anni dopo. E’ il progetto a cui sta lavorando Gherardo Guidi, 68 anni, patron della Capannina di Franceschi, a Forte dei Marmi, dove nel 1982 fu ambientato la pellicola diretta da Carlo Vanzina diventata un cult. Il progetto «in erba» lo ha rivelato oggi lo stesso Guidi, dopo la […]

 di

«Sapore di mare» 30 anni dopo è il progetto di Gherardo Guidi, il patron de «La Capannina», che ha compiuto 80 anni

Il film «Sapore di mare» 30 anni dopo. E’ il progetto a cui sta lavorando Gherardo Guidi, 68 anni, patron della Capannina di Franceschi, a Forte dei Marmi, dove nel 1982 fu ambientato la pellicola diretta da Carlo Vanzina diventata un cult. Il progetto «in erba» lo ha rivelato oggi lo stesso Guidi, dopo la […]

Foto: Il film «Sapore di mare» 30 anni dopo. E' il progetto a cui sta lavorando Gherardo Guidi, 68 anni, patron della Capannina di Franceschi, a Forte dei Marmi, dove nel 1982 fu ambientato la pellicola diretta da Carlo Vanzina diventata un cult. Il progetto «in erba» lo ha rivelato oggi lo stesso Guidi, dopo la festa di compleanno della scorsa notte per gli 80 anni della sala da ballo che, dopo la chiusura del Rosalend di New York, è la più antica del mondo. «Non ho ancora un'idea sul produttore, il regista o il cast - spiega Guidi - ma ci sono tante persone che mi spingono a portare avanti l'idea di un remake». Guidi la scorsa notte è andato a letto all'alba. «E' stata una notte bellissima. Simona Ventura e Jerry Calà erano in forma smagliante e, insieme, abbiamo spento le ottanta candeline che illuminavano la torta e poi insieme al pubblico a cantare "tanti auguri Capannina". Mi sono emozionato». Tra il pubblico, rivela Guidi, c'erano la principessa Elettra Marconi, 82 anni, figlia dello scienziato, insieme al figlio Guglielmo avuto dal legame con il principe Carlo Giovannelli, il patron dell'Inter Massimo Moratti con la famiglia, Pupo e Mara Maionchi di X-Factor. Dopo la festa, con il locale ormai vuoto, Guidi, come tradizione, è rimasto un po' nel capanno con qualche amico e la moglie, con la quale è sposato da 40 anni, assaggiando salumi e formaggi. «Abbiamo lasciato la Capannina all'alba. Oggi è S.Ermete, patrono di Forte dei Marmi. Stasera ci saranno i fuochi a mare. Un altro giorno, un'altra festa».

28 Agosto 2009 | 16:00 di Redazione

Il film «Sapore di mare» 30 anni dopo. E’ il progetto a cui sta lavorando Gherardo Guidi, 68 anni, patron della Capannina di Franceschi, a Forte dei Marmi, dove nel 1982 fu ambientato la pellicola diretta da Carlo Vanzina diventata un cult. Il progetto «in erba» lo ha rivelato oggi lo stesso Guidi, dopo la festa di compleanno della scorsa notte per gli 80 anni della sala da ballo che, dopo la chiusura del Rosalend di New York, è la più antica del mondo.
«Non ho ancora un’idea sul produttore, il regista o il cast – spiega Guidi – ma ci sono tante persone che mi spingono a portare avanti l’idea di un remake». Guidi la scorsa notte è andato a letto all’alba. «E’ stata una notte bellissima. Simona Ventura e Jerry Calà erano in forma smagliante e, insieme, abbiamo spento le ottanta candeline che illuminavano la torta e poi insieme al pubblico a cantare “tanti auguri Capannina”. Mi sono emozionato». Tra il pubblico, rivela Guidi, c’erano la principessa Elettra Marconi, 82 anni, figlia dello scienziato, insieme al figlio Guglielmo avuto dal legame con il principe Carlo Giovannelli, il patron dell’Inter Massimo Moratti con la famiglia, Pupo e Mara Maionchi di X-Factor. Dopo la festa, con il locale ormai vuoto, Guidi, come tradizione, è rimasto un po’ nel capanno con qualche amico e la moglie, con la quale è sposato da 40 anni, assaggiando salumi e formaggi. «Abbiamo lasciato la Capannina all’alba. Oggi è S.Ermete, patrono di Forte dei Marmi. Stasera ci saranno i fuochi a mare. Un altro giorno, un’altra festa».