Home MusicaApple Music: come funziona e quali sono le novità

Apple Music: come funziona e quali sono le novità

È possibile ascoltare "1989" di Taylor Swift ma rimangono ancora inaccessibili dallo streaming musicale alcuni miti come Beatles, Radiohead e Prince

Foto: Pharrell Williams  - Credit: © Getty

01 Luglio 2015 | 12:02 di Marco Goi

Dopo una lunga attesa, finalmente anche Apple si è lanciata nel mondo dello streaming musicale. A dare battaglia al leader del settore Spotify, così come al meno fortunato Tidal lanciato da Jay-Z, è arrivato ora Apple Music.

L'azienda di Cupertino l'ha appena rilasciato e reso disponibile per il download sui dispositivi della compagnia, insieme a Beats 1, la nuova radio ufficiale di Apple che trasmetterà online 24 ore su 24. Tra le voci della radio ci sono anche quelle di nomi come Justin Timberlake, Cara Delevingne, Jaden Smith, Dr. Dre, Elton John, Josh Homme dei Queens of The Stone Age, Trent Reznor dei Nine Inch Nails, St. Vincent, il dj superstar Zane Lowe e Pharrell Williams. E a proposito di Pharrell, è proprio lui ad aver regalato ad Apple Music la prima anteprima esclusiva: il suo nuovo singolo Freedom.

Tra le altre grandi anteprime attese per i prossimi giorni, è stato annunciato l'arrivo del nuovissimo video di Eminem, Phenomenal, tratto dalla colonna sonora del film con Jake Gyllenhaal Southpaw.

Oltre a promettere molte esclusive, Apple Music vanta un catalogo musicale composto da più di 30 milioni di brani ed è disponibile gratuitamente per un periodo di prova di tre mesi. Al termine di questo periodo, in Italia il costo del servizio sarà di 9,99 euro al mese, con la possibilità di acquistare la licenza Membership per la famiglia al prezzo di 14,99 euro mensili, con cui si può utilizzare Apple Music su sei ID Apple differenti. Il servizio è disponibile per tutti i dispositivi Apple e Mac e permette l'interazione con Siri; in autunno raggiungerà poi anche i sistemi Windows e Android.

Tra i dischi che si possono ascoltare su Apple Music c'è pure 1989, l'ultimo fortunatissimo album di Taylor Swift. La popstar americana aveva inizialmente ?boicottato? il servizio di streaming, dopo aver saputo che la Apple non avrebbe pagato gli artisti durante il periodo di prova gratuito. L'azienda di Cupertino ha però fatto dietrofront dopo l'animata polemica accesa dalla Swift, ha garantito che gli artisti riceveranno i compensi per la loro musica anche nei primi tre mesi di prova e così pure le sue canzoni saranno presenti all'interno dell'archivio del servizio.
Social Media Today scrive su Twitter: ?Come ora la Apple sa, è il mondo di Taylor Swift, e tutti noi ci viviamo dentro?.


Chi invece ancora non si può ascoltare in streaming, su Apple Music ma nemmeno sugli altri servizi, sono alcuni degli artisti e delle band più celebri al mondo come Beatles, Radiohead e Prince. Fino a pochi giorni fa insieme a loro compariva anche il nome degli AC/DC. La rock band australiana è, adesso, finalmente disponibile su Apple Music, Spotify e Deezer.

La compagnia fondata da Steve Jobs insieme a Steve Wozniak e Ronald Wayne riuscirà finalmente a far cambiare idea anche agli altri pezzi da novanta ancora assenti dal mondo dello streaming e a rendere le loro canzoni disponibili su Apple Music?