Home MusicaCanzoni“Barrio“ di Mahmood: il primo ascolto del nuovo singolo

“Barrio“ di Mahmood: il primo ascolto del nuovo singolo

Arriva il 30 agosto con un brano completamente inedito prodotto da Dardust e Charlie Charles

Foto: Mahmood  - Credit: © Pigi Cipelli

30 Agosto 2019 | 10:31 di Alessandro Alicandri

Per Mahmood non è davvero tempo di sedersi sugli allori. Il 30 agosto 2019 l'artista pubblica “Barrio”, singolo completamente inedito che arriva quasi a sei mesi dal successo di “Soldi”. È un vero lusso poter voltare pagina dopo così tanti mesi di fronte a un successo (quello del Festival di Sanremo) che è ancora fortissimo oggi, in Italia e in Europa. A sostenere il suo attuale momento d'oro c'è stata “Calipso”, che sì è di Charlie Charles, ma che porta la voce di Alessandro in una buona parte della canzone.


Soldi” è certificatata con 4 dischi di platino, mentre “Calipso” con 3. Da qui si riparte: ecco un biglietto sola andata per i quartieri spagnoli (anche nei suoni), anche se poi la parola Barrio più in generale si riferisce a quelle strade strette e affollate dove le persone camminano, si conoscono e fanno rete sociale. Un luogo che vive, nel bene e nel male.

In “Barrio”, pezzo malinconico nella maniera che abbiamo sentito spesso nei brani di Mahmood del suo piccolo ma significativo repertorio (mentre che ci siamo, ascoltate le 11 canzoni di “Gioventù Bruciata” se non l'avete mai fatto, vi stupiranno) raccontando di un amore tormentato, fatto di claustrofobia, tensioni eccessive quanto inutili e la volontà di una fuga verso una ritrovata libertà. 

Il brano è stato scritto da Mahmood e la produzione di Dardust e Charlie Charles. Al dream team di “Soldi” si aggiunge Davide Petrella e a quanto pare questo è uno dei primi passi verso quello che sarà il nuovo secondo album di Mahmood, anche se come abbiamo già notato ai suoi esordi, non sembra avere fretta di vendere dischi, ma piuttosto di far ascoltare fin dove può arrivare la sua musica.

In “Barrio” Mahmood mette in mostra molto più che in “Soldi” la sua voce, portandoci con lui sulle montagne russe dei suoi virtuosismi che abbiamo ascoltato con godimento anche durante i suoi live che arriveranno tra ottobre e novembre, in moltissime città europee, compresa Barcellona. Saranno mesi molto importanti per la carriera di Mahmood e per chi lo ascolta: ci ha rapito con la sua musica e ha tutta l'intenzione di tenerci in ostaggio.