“Easy on me” di Adele: il primo ascolto

In attesa di "30", in uscita il 19 novembre ecco la sua nuova canzone ricca di emozioni

Adele
15 Ottobre 2021 alle 11:11

Non è mai facile affrontare la fine di una relazione. Mai, in nessun caso. Figurarsi quando la rottura coinvolge un bambino. “Easy on me” di Adele, il nuovo attesissimo singolo uscito il 15 ottobre, parla proprio di questo. Durante la fine di un rapporto importante, come quello che Adele ha avuto con Simon Konecki, non è facile dare a se stessi le risposte alle domande più banali. “Perché è successo?”, “Cosa non ha funzionato?”, “Di chi è la colpa?”. Quelle stesse domande che a lungo spesso rimangono solo dei punti interrogativi, diventano strappi profondi quando quei dubbi vengono espressi da tuo figlio, proprio nell'età in cui i bambini sono pieni di di domande sul mondo che li circonda. Sulle cose che non riescono a capire.

Adele in questa ballad quasi solo piano e voce, chiede a tre persone diverse di essere capita, di "andarci piano". La prima persona è suo figlio, al quale nel brano giustifica come può la ragione delle sue scelte, che per lo più avevano a che fare con la sua età, con la sua scarsa consapevolezza del mondo, per il fatto di non avere banalmente molto tempo a disposizione per fare delle scelte attente. La seconda persona è invece Simon, al quale dice di essersi arresa, di averci provato con tutte le sue forze, di non essere riuscita a fare un passo in avanti da una situazione di stallo nonostante la sua assoluta tenacia. Si è arresa.

La terza persona alla quale chiede di rendere tutto un po' meno complesso è se stessa, perdonandosi per aver agito in buona fede, per aver dovuto dire “basta”. Dice anche che avrebbe potuto vivere guidata dalla sola speranza, come molte persone fanno per far sopravvivere una relazione al capolinea, ma questa opzione per lei non era più sostenibile. Il 19 novembre Adele pubblicherà il suo nuovo album, “30” e siamo certi che le emozioni che ci regalerà saranno tutte di questo livello.

Seguici