Home MusicaCanzoniFrancesco Gabbani: il nuovo singolo “Einstein”

Francesco Gabbani: il nuovo singolo “Einstein”

Da venerdì 16 ottobre arriva una versione intima e spogliata da tutti gli arrangiamenti del brano estratto dall'album "Viceversa"

Foto: Francesco Gabbani  - Credit: © Ufficio stampa

16 Ottobre 2020 | 10:00 di Giulia Ciavarelli

Dopo averci raccontato un po' di novità durante Sorrisi Live, Francesco Gabbani svela finalmente il titolo del nuovo singolo: in radio e su tutte le piattaforme digitali da venerdì 16 ottobre, "Einstein" è contenuto nell'ultimo album "Viceversa" ma in una versione completamente diversa. Dopo l'allegria spensierata del tormentone estivo "Il sudore ci appiccica" l'artista sceglie di spogliare il brano dagli arrangiamenti e realizzare una versione piano e voce.

"Einstein" nasce dal desiderio di arrivare all'essenza di una canzone con cui Gabbani racconta di sé, alla ricerca di un “io” non ancora del tutto trovato. Ha quindi origine da un dialogo immaginario tra il cantautore e Albert Einstein, padre della teoria della relatività, che invita proprio a tener sempre presente un presupposto fondamentale: tutto è relativo. Ne deriva così l’importanza del mettersi costantemente in discussione, nella percezione di sé e di come si viene visti, continuando nel contempo ad osservare la società e i risvolti politici che la influenzano.

«Immagino il Professor Einstein che mi dice: “Caro Francesco, se proprio vuoi andare alla ricerca della verità, parti dal presupposto che tutto è relativo!”. Venerdì esce “Einstein" (E=mc2)” in una versione ancora più intima che va al succo della questione. Che parte dritta dal mio cuore e arriva dritta ai vostri» commenta l'artista sui social.

Se molti interpretano il singolo come il capitolo finale del viaggio di "Viceversa", dall'altra lo stesso Gabbani confida di essere a lavoro su nuove canzoni: «Comincio a sentire l’esigenza di scrivere. Spero di continuare a essere importante per i miei fan e di fare del bene grazie alla mia musica. Vorrei realizzare un disco che porti serenità, non sarà pronto entro fine anno».