Home MusicaCanzoni”HappySad” è il nuovo singolo di Ceri con Franco126

”HappySad” è il nuovo singolo di Ceri con Franco126

Un classico del repertorio di Lucio Dalla come "Attenti al lupo" rivisitato, un omaggio alle canzoni che hanno fatto la storia della musica italiana

Foto: Ceri e Franco126  - Credit: © Tommy Biagetti

12 Novembre 2020 | 10:43 di Cecilia Esposito

Se vi cantassero "C'è una casetta piccola così, con tante finestrelle colorate" cosa vi verrebbe in mente? Ovviamente "Attenti al Lupo", una delle canzoni più amate e conosciute di Lucio Dalla, classico intramontabile della tradizione musicale italiana. Ma da oggi, ascoltandola, qualcuno forse si ricorderà anche di quel giorno in cui due artisti degli Anni Duemila l'hanno riarrangiata con risultati inaspettati.

Stiamo parlando di Ceri e Franco126, uno il producer più ricercato dai vostri artisti preferiti, l'altro il cantautore romanaccio che vi spezza il cuore, che oggi hanno lanciato il nuovo singolo "HappySad". Un brano che riprende la melodia proprio di "Attenti al Lupo", omaggiando un'intera generazione di cantautori italiani che hanno fatto scuola. Il celebre brano è stato scritto nel 1990 da Ron, che ha dato il suo appoggio a "HappySad" di Ceri e Franco126, una versione fresca e attuale, senza mortificare dell'originale. Si tratta di un brano up tempo dalle atmosfere club, nel quale Ceri mostra tutte le sue doti di producer, con un beat cucito su misura per Franco126 in forma smagliante. 

Ecco cosa ha detto Ceri riguardo a "HappySad": «Avevo per le mani questo giro di chitarra molto coinvolgente ma allo stesso tempo melanconico, mi ricordava le atmosfere di canzoni italiane del passato come “Il pescatore” o “Attenti al lupo”. Appoggiandoci sopra una batteria più energica e attuale mi si è aperta una strada che non potevo non provare a percorrere. Avevo bisogno di qualcuno che sapesse sintetizzare queste sensazioni e tradurle in parole e melodia. Ho pensato subito a Franco, una delle migliori penne italiane e con cui, per mia fortuna, lavoro da parecchio tempo. Proprio le melodie di “Attenti al Lupo” correvano perfettamente sulla strumentale. Ci siamo detti che era un’occasione stupenda per provare a tributare un pezzo di storia della musica italiana e rivisitarlo alla nostra maniera. Non potevamo però fare tutto questo senza avere l’autorizzazione di chi quella melodia e quel mondo lo aveva inventato. Abbiamo quindi contattato Ron, autore di musica e testo di “Attenti al Lupo”. Con nostra grande gioia si è rivelato davvero gentile e disponibile dandoci il permesso di utilizzare la sua opera oltre a dirci che il pezzo gli era piaciuto molto».