Irama: «Ora vi canto la mia “Melodia proibita”»

Dopo il successo di Sanremo 2021, torna a farci ballare con un nuovo singolo che parla d’amore, senza filtri

Irama
15 Luglio 2021 alle 08:53

Se partecipasse alle olimpiadi sarebbe probabilmente un maratoneta: ama correre sulle lunghe distanze, non conosce la fatica e se gareggia lo fa solo per superare i suoi limiti, scegliendo con cura la strada più originale. Con il desiderio di arrivare lontano Irama presenta “Melodia proibita”: attraverso suoni di respiro internazionale e un testo molto divertente, nel nuovo singolo parla d’amore, senza filtri.

Irama, i suoi brani hanno spesso come tema la passione. Come mai?
«Perché credo che la sensualità sia alla base di qualsiasi relazione. Se non cantassi l'attrazione tra due persone così com’è, mi sentirei un bugiardo».

Il videoclip sembra un film!
«Questa volta siamo andati a Ibiza con l’idea di fare qualcosa di meno folle del solito. E invece alla fine ballo sul ponte di una barca, sto con i piedi fuori da un elicottero e delle moto da corsa mi sfrecciano attorno».

Lo sa che “Mediterranea” dalla scorsa estate ha ottenuto cinque Dischi di platino?
«Sì. È un risultato che mi rende felice e mi infonde coraggio, sa perché? Da tempo ho voglia di far ascoltare la mia musica all’estero senza avere paura di sentirmi fuori luogo».

Perché dovrebbe? Anche “La genesi del tuo colore” è uno dei cinque brani certificati multiplatino di Sanremo 2021 e non si è nemmeno esibito in diretta... Come ha vissuto quell’allontanamento?
«Sul momento l’ho presa con filosofia, erano le regole, ma quel palco mancato mi ha riempito di dolore: sarebbe stato un momento magico. Per fortuna la musica fa il suo corso e alla fine tante persone, dopo il Festival, hanno scelto di ascoltarmi ancora».

Lei “rischia” di avere un altro brano ascoltatissimo questa estate, la canzone che ha scritto e cantato nel disco di Rkomi. Si chiama “Luna piena”.
«Pur non essendo un suo singolo ufficiale, sta spopolando ed è incredibile. Io di carattere sono un po’ chiuso, non collaboro quasi mai proprio perché sono introverso. Con Rkomi, però, si è creata un’alchimia bellissima. In quel brano c’è tutto il mio mondo e lui l’ha accolto con grande curiosità. Non poteva uscire niente di più bello insieme».

Come sarà la sua estate? Farà vacanze?
«Io le ferie le farò solo da defunto (ride, ndr)! Non mi piace stare fermo, non mi fa sentire bene. Andrò a Miami per un progetto importante di cui vi parlerò presto. Preparatevi».

A che cosa, di preciso?
«A nuove canzoni. Ne ho scritte tante e desidero che le ascoltiate tutte. Insomma, ai concerti nei palazzetti ad aprile 2022 vi voglio carichi. Io non vedo l’ora di cominciare».

Seguici