Home MusicaCanzoniSofia Tornambene: «Cerco di far affezionare i fan a me e alla mia musica»

Sofia Tornambene: «Cerco di far affezionare i fan a me e alla mia musica»

"Voglio avere la possibilità di sperimentare e di sbagliare" ha detto la giovanissima artista vincitrice di X Factor 2019 in occasione del suo ritorno con una nuova identità musicale nel nuovo singolo "Solo"

Foto: Sofia Tornambene

18 Dicembre 2020 | 11:16 di Cecilia Esposito

L'avete già conosciuta come la vincitrice della scorsa edizione di "X Factor": lei è Sofia Tornambene ed è tornata con un nuovo singolo per voi. Si chiama "Solo" e l'ha presentato sul palco del talent in occasione della serata finale. Prodotto da Maestro, questo brano non solo segna il ritorno della giovanissima artista, da poco diciottene, ma anche un cambio di rotta per la sua identità musicale.

«Il mio obiettivo è quello di trovare una mia identità artistica e cercare di far affezionare i fan a me e alla mia musica, e non più a me in quanto la ragazza di "X Factor", quella di "A domani per sempre"» ci ha raccontato Sofia durante l'intervista che abbiamo avuto con lei. Nessun rancore verso il passato, anzi, ci tiene a dire quanto "X Factor" sia stato per lei un trampolino fondamentale per il suo percorso artistico. «X Factor mi ha fatto conoscere molte cose» ci spiega Sofia, «prima ero molto legata più alla musica tradizionale, avendo come riferimento mio padre pianista jazz, poi ho scoperto le molte parti della musica contemporanea, come ruolo del producer o l'utilizzo di Logic oppure proprio il fatto di fare sessioni, per me tutte cose che ho imparato da poco».

Hai voglia di parlarci del tuo nuovo singolo "Solo"?
«Certo! Allora il brano è stato scritto da me e da Maestro ed è proprio il primo brano che abbiamo scritto insieme. C'eravamo appena conosciuti, ero andata nel suo studio e mi ha fatto ascoltare alcuni beat che aveva fatto e sono rimasta subito colpita. Il pezzo è uscito fuori naturalmente, proprio in una ventina di minuti, ci siamo trovati subito in sintonia e finalmente ho trovato qualcuno che veramente riuscisse a farmi esprimermi al massimo. Tutto è nato molto spontaneamente, sia dal punto di vista melodico che del testo. Per quanto riguarda il testo non mi piace stare a parlarne e spiegarlo nel dettaglio, perché preferisco lasciare libera interpretazione a chi lo ascolta». 

Di recente ho riascoltato il tuo brano "A domani per sempre": ho notato che c'è stata una crescita artistica notevole.
«Sì, poi quel brano l'ho scritto che avevo quattordici anni. Questa crescita è stata possibile anche grazie alla quarantenne che mi ha permesso di ascoltare moltissima musica e ho avuto tempo per scrivere molti brani. C'è stata proprio un'evoluzione in me: sono partita dalla chitarra, perché, appunto, durante la quarantena, avendo molto tempo libero, mi sono messa a suonare e sono nati prima dei pezzi acustici, poi sono passata a generi totalmente diversi».

E per il tuo ultimo singolo a quali sonorità ti sei ispirata? 
«In generale, le mie principali influenze musicali sono sempre stati Freddie Mercury e Michael Jackson, che sono i miei più grandi idoli diciamo, a cui proprio mi ispiro. Nella musica cerco di essere molto spontanea e molto libera, non mi ispiro specificatamente a qualcuno. Poi ascolto moltissima musica varia, quindi quando scrivo vengono fuori tutti i miei ascolti, ma nel momento della scrittura non sto a pensare a chi ispirarmi, a come farlo e in che modo, ho un approccio il più naturale possibile». 

I tuoi fan come hanno accolto il tuo cambiamento?
«A molta gente ha fatto molto strano questo mio passaggio da "A domani per sempre", musica cantautoriale, a "Solo" con il suo sound più internazionale. Ho percepito che in molti sono rimasti un po' scioccati, ma capisco. Con X Factor sono stata molto esposta e quindi è normale che la gente si sia abituata a vedermi in un certo modo e adesso questo mio cambiamento possa stranire. Però vorrei far capire che sono molto giovane e devo avere anch'io la possibilità di sperimentare e ti crescere anche come persona. Ho solo diciotto anni, non so ancora in futuro come sarò, ma vorrei essere semplicemente libera di crescere e maturare». 

In occasione della serata finale, sei tornata sul palco di X Factor: com'è andata?
«Sinceramente mi ha fatto un effetto strano, anche perché ho ritrovato tutto diverso, e non solo per le misure anti-covid. Ho rivissuto un sacco di ricordi, mi ha fatto un certo effetto, è stata una giornata molto ricca di pensieri, ma sicuramente dall'effetto positivo. Poi sono stata contenta di poter tornare finalmente a cantare dal vivo, di poter presentare il mio singolo, sono stata super felice».