Home Live newsCaterina Caselli la talent scout che non sbaglia un colpo. «Però mi sono sfuggiti Tiziano Ferro e Ligabue»

18 Febbraio 2010 | 04:27

Caterina Caselli la talent scout che non sbaglia un colpo. «Però mi sono sfuggiti Tiziano Ferro e Ligabue»

Caschetto d’oro colpisce ancora. Questo Sanremo sembra essere la definitiva consacrazione di Malika Ayane, la cantante italo marocchina già rivelata tra i giovani l’anno scorso. Un altro nome da aggiungere alla lista di grandi talenti scoperti e valorizzati dalla Suga di Caterina Caselli: Andrea Bocelli, Elisa, Avion Travel, Pacifico, Negramaro, Tricarico. Lei soddisfatta spiega: «Mi […]

 di

Caterina Caselli la talent scout che non sbaglia un colpo. «Però mi sono sfuggiti Tiziano Ferro e Ligabue»

Caschetto d’oro colpisce ancora. Questo Sanremo sembra essere la definitiva consacrazione di Malika Ayane, la cantante italo marocchina già rivelata tra i giovani l’anno scorso. Un altro nome da aggiungere alla lista di grandi talenti scoperti e valorizzati dalla Suga di Caterina Caselli: Andrea Bocelli, Elisa, Avion Travel, Pacifico, Negramaro, Tricarico. Lei soddisfatta spiega: «Mi […]

Foto: Caterina Caselli (foto Kikapress)

18 Febbraio 2010 | 04:27 di Redazione

caselli

Caschetto d’oro colpisce ancora. Questo Sanremo sembra essere la definitiva consacrazione di Malika Ayane, la cantante italo marocchina già rivelata tra i giovani l’anno scorso. Un altro nome da aggiungere alla lista di grandi talenti scoperti e valorizzati dalla Suga di Caterina Caselli: Andrea Bocelli, Elisa, Avion Travel, Pacifico, Negramaro, Tricarico.

Lei soddisfatta spiega: «Mi riconosco il merito di investire sulle carriere, cioè a lungo periodo. E poi rischio. E oggi per rischiare sulla musica ci vuole davvero coraggio. Anche perché la qualità costa più tempo e più risorse. Malika? Me l’avevano segnalata e la prima volta l’ho incontrata nel mio ufficio. Mi è subito piaciuta moltissimo. Ha una grande cultura musicale, ha fatto l’accademia della Scala. E soprattutto lavora molto. Chi ha talento ha l’obbligo di lavorare di più per rispettarlo».

Ma qualcuno le sarà pur sfuggito? «Sì, se c’è un artista che mi sarebbe piaciuto scoprire è Tiziano Ferro. Grazie a Mara Maionchi è cresciuto tanto, davvero bravo. E poi per un caso strano ho mancato l’appuntamento con Luciano Ligabue. Me ne avevano parlato, dovevo incontrarlo ma ero impegnata.. Peccato. È davvero un grande artista. Chapeau».