Home MusicaConcertiBolle, Lang Lang, Richie e Young star dell’estate romana a Caracalla

Bolle, Lang Lang, Richie e Young star dell’estate romana a Caracalla

Il Cartellone della stagione estiva del Teatro dell'Opera di Roma dal 22 giugno al 10 agosto

Foto: Neil Young suonerà a Roma il 15 luglio, alle Terme di Caracalla  - Credit: © SplashNews

08 Marzo 2016 | 20:46 di Lorenzo Di Palma

Roberto Bolle, Lang Lang, Lionel Richie e Neil Young: sono questi i nomi di maggior spicco del cartellone della stagione estiva del Teatro dell'Opera di Roma alle Terme di Caracalla dal 22 giugno al 10 agosto, presentato oggi in Campidoglio dal sovrintendente della Fondazione del Teatro, Carlo Fuortes, dalla direttrice del Corpo di ballo, Eleonora Abbagnato e dal direttore artistico, Alessio Vlad.

Stagione che sarà inaugurata proprio dal Corpo di Ballo del Teatro dell'Opera con una serata dedicata alle coreografie di Rudolf Nureyev (La Bayadere, Il lago dei cigni e Raymonda) con l'etoile internazionale Friedemann Vogel e le prime ballerine Alessandra Amato e Rebecca Bianchi.

La grande stella della danza italiana, Roberto Bolle, sarà invece il protagonista di due serate, il 25 e 26 luglio, con un mix di diversi stili di danza e la presenza di etoile internazionali.

La ?superstar? del piano, il celebre Lang Lang suonerà invece per le prima volta a Caracalla il 3 luglio. Il 14 luglio sarà invece il turno di Lionel Richie e dei grandi successi del suo vasto repertorio. Mentre il giorno seguente, il 15 luglio, sul palco delle Terme salirà Neil Young, veterano del rock che si esibirà insieme con i Promise of the real, la band di Lukas Nelson con cui ha realizzato il capolavoro Monsanto Years.

Per gli amanti dell'Opera, invece, si segnala il Nabucco di Verdi con un nuovo allestimento curato da Federico Grazzini (7 recite fra il 9 luglio e il 9 agosto); Il barbiere di Siviglia di Rossini, per la regia di Lorenzo Mariani, ambientato nel mondo dei musical hollywoodiani e del film muto degli anni Venti e Trenta, e Madame Butterfly di Puccini, per la regia di Alex Ollé.

Infine, il sovrintendente Carlo Fuortes ha rivelato che, seppure definito, il "programma potrà lasciare spazio anche a qualche sorpresa perché ci sono ancora alcune serate libere".