Home MusicaConcertiCristina Donà canta De Andrè a quota 2000 metri

Cristina Donà canta De Andrè a quota 2000 metri

La cantante, nel corso della rassegna “I suoni delle Dolomiti” si è esibita di fronte a 3500 persone, con alle spalle il monte Brentai su

Foto: Cristina Donà sulle Dolomiti  - Credit: © Facebook

13 Agosto 2016 | 09:35 di Angelo De Marinis

Cantare Fabrizio De André a oltre duemila metri di quota. La prima volta con Neri Marcorè all'apertura della rassegna “I suoni delle Dolomiti” e nella sera del 12 agosto con Cristina Donà: sull'Altopiano della Paganella lo spettacolo ha visto salire in quota 3.500 persone. Proprio davanti allo sguardo, scenografia alle spalle dei musicisti, il Brenta in tutta la sua imponenza, coperto ancora da nubi veloci che si sono via via dissipate durante il concerto. A valle, verso sud, la Valle dei Laghi con i suoi splendidi specchi d'acqua dal Lago di Toblino al lago di Cavedine fino al Lago di Garda.

E con lei a lei, Xavier Girotto al sax, Fabrizio Bosso alla tromba, Saverio Lanza alla chitarra, Enzo Pietropaoli al basso, Cristiano Calcagnile alla batteria e percussioni e Rita Marcotulli al pianoforte. Tra le tante canzoni che Donà ha cantato, anche la versione lenta di "Amore che vieni, amore che vai", poi le movenze notturne e dark, virate verso il jazz, "Ho visto Nina volare". E infine, ancora rock che sfuma in jazz per "Hotel Supramonte".