Home MusicaConcertiEros Ramazzotti Tour 2015: tutto sul concerto (visto per voi)

Eros Ramazzotti Tour 2015: tutto sul concerto (visto per voi)

Scaletta, date e soluzioni sceniche per il nuovo spettacolo a corona del nuovo album "Perfetto"

16 Settembre 2015 | 15:38 di Alessandro Alicandri

C'è un tempo per fare, uno per riposare...e un altro per dare vita a un grande tour mondiale. A parte la battuta di pessima levatura, Eros Ramazzotti nei prossimi mesi farà tutto tranne riposarsi e farà tutto ciò che è in suo potere per farvi emozionare.

Comincia il 16 settembre 2015, dopo la data anteprima del 12 settembre al 105 Stadium di Rimini, l'Eros Ramazzotti World Tour, il ciclo di concerti che dall'Arena di Verona girerà il mondo, arrivando il prossimo anno anche in territorio russo.

Eros ha il cuore e il corpo in Italia, ma la sua notorietà (lo sapete bene, ma è bene ribadirlo) è nel mondo. Non è un caso che nelle 28 date finora annunciate, più della metà tocchino gran parte dell'Europa. Abbiamo visto lo spettacolo con voi e per voi e vi raccontiamo tutto quello che vi aspetta, diviso per capitoli, così (se volete) non avrete alcuno spoiler del concerto.


La scaletta

Quella che leggete ora è una scaletta definitiva, che potrà subire poche variazioni da data a data. Nell'incontro precedente al concerto ha dichiarato: "È la 25a bozza della scaletta e forse entro la fine del tour potrei arrivare anche alla 50esima. Diciamo che non posso nemmeno fare come Bruce Springsteen che cambia completamente la scaletta con un tour di tre ore, per questioni tecniche più che altro. Per questo sentirete dei brani che ho fatto fatica a scegliere. Il motivo è che ho la fortuna di avere molte canzoni che sono pietre miliari della mia carriera". Questo è il risultato. 

Ecco le 27 canzoni proposte nel tour:

L'ombra del gigante / Il tempo non sente ragione / Perfetto / Alla fine del mondo / Stella Gemella / Se bastasse / Rosa nata ieri / Sbandando / Più che puoi / Terra promessa / Vivi e Vai / Esodi / Tra vent'anni / Una storia importante / Adesso tu / L'aurora / Dov'è c'è musica / Il viaggio / Un'altra te / I belong to you / Sei un pensiero speciale / Un'emozione per sempre / Dove c'è musica / Cose della vita / Musica è // Bis - Un angelo disteso al sole / Fuoco nel fuoco / Più bella cosa.

La regia è di Luca Tommassini

Per questo spettacolo, Eros Ramazzotti è tornato a lavorare con Luca Tommassini: "Lo conosco da anni, mi ha dato una mano per assestare la scenografia del precedente NOI tour che aveva alcuni problemi. Ha lavorato alla regia di "La nostra stagione" e "Fino all'estasi". L'ho coinvolto in questa avventura con una paura temenda. Lui è un pazzoide che un giorno c'è, quattro è a Pechino Express (ride) e gli altri sette è via per lavoro. Mi conosce bene e sa che a certe sue proposte "estreme" non riesco a dirgli di sì. Diciamo che riesco a tenerlo a bada".


Non due semplici "coriste"

Ci ha colpiti la presenza di due nomi ormai super noti tra gli addetti ai lavori della musica, le coriste (anche se è riduttivo definirle così) Monica Hill e Roberta Montanari. Eros, a tal proposito, ha dichiarato: "Io spendo un sacco di buone parole sui musicisti con i quali lavoro, ma è anche vero che di coriste in questi anni ne ho cambiate tante e non ho mai trovato la chimica che vorrei. Con Monica e Roberta ho trovato esattamente quello che cercato e le porterò con me anche in futuro. Sono le persone giuste".

Curiosità

  1. Da molto tempo Eros fa uso della Human Tecar. I benefici del macchinario non sono ancora riconosciuti dalla comunità scientifica ma sembra riuscire a lungo termine a curare problemi articolari attraverso il calore corporeo stimolato dalla Tecar in alcuni punti del corpo. Eros userà questa apparecchiatura anche per il tour. "Il ritmo delle date è molto sostenuto, è importante usare tecniche per recuperare in fretta le forze. Viene usata anche dai piloti".
  2. Durante il periodo in cui viaggerà in Russia, si muoverà anche usando il treno. Non solo lavoro, ma un'esperienza di conoscenza di enormi città non conosciute in occidente che potrebbe diventare un documentario musicale per la tv.
  3. Eros tiene molto alla fedeltà dei brani. Per questo motivo ha scelto di non stravolgere i nuovi brani e di tenere, se non in rare occasioni, le versioni originali. Lo vedremo in un assolo di chitarra durante "Stella gemella", al pianoforte in "Tra vent'anni" e in una versione acustica per chitarra di "Un angelo disteso al sole". 
  4. La band di 10 elementi è formata da Luca Scarpa (piano e tastiere), Giovanni Boscariol (tastiere), Giorgio Secco (chitarra), Thomas Pridgen (batteria), Paolo Costa (basso), Joe Leader (Sassofono) Christian Percosta (percussioni) e Phil Palmer (chitarra).

La recensione

La proposta di Eros Ramazzotti si basa sull'essenziale, in ogni senso. La scenografia e le grafiche puntano sul bianco e il nero in vestiti e colori del palco, privo di passerella verso il pubblico, un must degli ultimi anni. In due ore di spettacolo ha portato canzoni quasi solo in versione originale, eccellendo nelle sue interpretazioni acustiche o piano e voce. Tra le esibizioni migliori del concerto, c'è la nuova "Vent'anni", un vero concentrato di emozioni. Protagonista dello show sono i musicisti e i coristi, che hanno dato corpo allo show, soprattutto nei duetti come "I belong to you" e nel medley di grandi successi a centro scaletta. Eros canta in modo appassionato, porta sul palco gli sgabelli, sposta il pianoforte. Alla teatralità dello spettacolo, predilige un approccio "umano", cercando attraverso le discese laterali, il continuo contatto fisico con il pubblico. È un concerto 100% in stile Eros: pochi fronzoli, tanta musica, molto cuore.