Home MusicaConcertiFedez: il Pop-Hoolista Tour raccontato in Foto e Emoji

Fedez: il Pop-Hoolista Tour raccontato in Foto e Emoji

Sorrisi ha seguito la data di Milano del 21 marzo. Tutto quello che c'è da sapere sul concerto, è qui

23 Marzo 2015 | 00:01 di Alessandro Alicandri

Ma come fa Fedez a piacere spaziando così tanto nei generi? Come mai un idolo dei ragazzi non ha un pubblico solo femminile ma un sacco di ragazzi maschi (anche grandi d'età)? Come mai in un concerto pop si sente parlare anche Francesco De Gregori e Dario Fo? E soprattutto: ma com'è possibile che un "nuovo" nome della musica italiana (dipende da quanto lo conosci, ne ha già fatta tanta di strada) faccia un sold out da 13 mila spettatori per poi ripetersi il giorno dopo?

A questa e a molte altre domande Federico Lucia in arte Fedez ha risposto nella data di Assago al Mediolanum Forum il 21 marzo 2015, nella prima data del suo "Pop-Hoolista Tour"! Ospiti Lorenzo Fragola, Noemi e Francesca Michielin. Nella data del 22 marzo, invece, si è esibito Madh al posto di Fragola. Ecco quindi - e tenetevi forte - il nostro racconto per foto e per Emoji, il modo più divertente per esprimere le emozioni...e da oggi per raccontare i live.

L'apertura di Denny La Home, il talento rap (molto apprezzato) di Vivian Grillo, i politici che hanno parlato in questi mesi di Fedez, le grandi installazioni sospese sopra il palco, il medley sulle musiche dei Blink 182, l'esplosione di coriandoli, le grafiche (divertentissime), i travestimenti (tipo quella da supereroe e non solo), lo spettacolo visibile a 360 gradi, la palla gonfiabile nella quale è entrato per poi saltare sul pubblico. Queste sono solo alcune delle soprese di questo "Pop-Hoolista Tour", un generatore colorato di idee e musica.

La scaletta 

Pop-Hoolista / Generazione Boh / Cardinal Chic / Pensavo Fosse Amore / Love Cost / Voglio averti account / Olivia Oil / Amore Eternit / Sirene / Medley Jet Set su base Blink 182 / Non c'è due senza trash / Alfonso Signorini / Vivere in campagna pubblicitaria / L'hai voluto tu / Si scrive schiavitù / Faccio Brutto / Polaroid / Magnifico / Cigno Nero / Ti porto con me / L'arte di accontentare

La frase

Non siete voi che dovete sognare di essere uno come me, ma sono io a sperare di rimanere come voi.

Il racconto del concerto in Emoji