Home MusicaConcertiFedez, il concerto a Milano del “Paranoia Airlines Tour”

Fedez, il concerto a Milano del “Paranoia Airlines Tour”

Scaletta, informazioni e tutto quello che è successo nella data sold out al forum di Assago

Foto: Fedez in concerto durante il "Paranoia Airlines Tour" al Forum di Assago

09 Aprile 2019 | 11:19 di Alessandro Alicandri

8 aprile 2019: è stata una serata davvero speciale per Fedez, non solo perché per la prima volta suo figlio Leone ha partecipato al live. Al Mediolanum Forum di Assago lui ci è stato tante volte, ma questa è una delle date finali di quello che a tutti gli effetti è stato il suo primo vero tour nei palazzetti italiani. “Paranoia Airlines” è un progetto che nasce all'insegna dell'azzardo e della sperimentazione: fin dalla scorsa estate ha anticipato che questo è un album di necessità, che ha voluto un po' giocare con i suoi mezzi e le sue possibilità, utilizzando il progetto album come piattaforma per testare nuovi metodi legati alla produzione e alla promozione.

La serata che abbiamo visto non fa eccezione, mettendo al centro Fedez in una veste più simile a quella dei deejay e degli artisti hip-hop internazionali. Non c'è nessuna band sul palco. È solo, almeno sulla carta, in un periodo in cui sentiva proprio il desiderio di riaffermare la sua identità solista. Da qui nasce uno spettacolo di due ore, con due palchi ed effetti speciali volutamente mai usati prima in Italia, uno show che, secondo dati ufficiali, ha un costo medio di 120 mila euro circa a serata e con 75 professionisti impegnati in ruoli chiave, molti dei quali italiani all'estero "richiamati" per competenze in tema di spettacoli live.

Il risultato è suggestivo, ipnotico, in linea con il mondo musicale presentato nel suo ultimo album.

È simbolico il fatto che Federico abbia scelto di passare gran parte del concerto dietro un particolare schermo trasparente dal quale, in vari momenti, si sono aperti dei varchi verso il pubblico. Il riferimento sembra esplicito: la sua “paranoia airlines” non è solo un gioco di parole, ma uno status che ha influenzato e influenza in modi diversi la sua storia nella “piazza” popolare.

Ha cantato tutti i suoi più grandi successi, passando dall'era solista a quella con J-Ax, con tantissimi ospiti: Annalisa (nella bellissima “Fuckthenoia”), Stash (grande performance in “Assenzio”), il vecchio amico più in forma del solito Emis Killa, Noemi, ma anche Tedua e la acclamatissima Dark Polo Gang. Una festa dove Fedez ha raccolto e portato tutto il percorso di successo degli ultimi anni, come in un “best of” che anticipa un momento di pausa che aveva già annunciato molti mesi fa sui social.

Dopo aver lasciato X Factor, ha annunciato che si trasferirà per qualche tempo a Los Angeles con la famiglia. In questo momento, come ci ha raccontato in un incontro con la stampa prima del concerto, le sue priorità sono cambiate. Ha dei progetti in atto, delle “startup” (ci ha parlato di un lavoro con delle chat automatizzate che verranno applicate alla comunicazione aziendale) e tante altre cose, ancora avvolte nel mistero. Insomma, la sua vena imprenditoriale in senso più ampio ha preso il sopravvento e gli farà compagnia nei prossimi mesi dopo tanti anni intensi, pienamente immerso nella musica.

È stato piuttosto divertente, per puro caso, vivere il concerto al fianco di sua nonna Luciana, rimasta fino alla fine. Ha cantato (e ballato, anche) gran parte delle canzoni, specialmente quelle del passato. Non era l'unica persona adulta e decisamente appassionata in platea.

Piuttosto rappresentativo è stato anche avere alle mie spalle una bambina di otto anni che ha cantato a squarciagola ogni singola parola di ogni singola canzone. La mamma cercava di placarla, ma era inarrestabile. Al di là di tutti i discorsi extra musicali, è questo “fuoco” ciò che Fedez ha creato in questi anni. Un fuoco che complessivamente ha raccolto più di 50 mila persone in tutta Italia. Gli scenari sul suo futuro, senza l'ansia di fare musica a tutti i costi, apre scenari che non vediamo l'ora di scoprire.

La scaletta e le esibizioni più belle

Con un asterisco * segnaliamo le esibizioni più belle, con ** le fondamentali

Che Cazzo Ridi – Tedua
Così
Tutto Il Contrario

Paranoia Airlines *
Assenzio - Stash **

Pensavo Fosse Amore
Italiana
Kim And Kanye – Emis Killa *
Alfonso Signorini
21 Grammi **

Amore Eternit – Noemi 
Magnifico **
Cigno Nero

Fuckthenoia - Annalisa *
Faccio Brutto
Holding Out For You
Generazione Boh *

Si Scrive Schiavitù *
Record
Favorisca I Sentimenti

Sirene **
Amnesia
Prima Di Ogni Cosa *

Tvtb- Dark Polo Gang
Senza Pagare *
Vorrei Ma Non Posto