Festival Internazionale del Jazz 2023: il programma

Le date e gli artisti della 55°edizione del Festival più longevo della musica jazz, in scena a La Spezia

Stanley Clarke
Stanley Clarke, che apre la 55°edizione del Festival Internazionale del Jazz  Credit: © Raj Naik
3 Luglio 2023 alle 12:24

Dal 25 luglio al 2 agosto , sono le date da segnare per il Festival Internazionale del Jazz 2023 di La Spezia, per la 55°edizione. Il Festival jazz nella città del Golfo dei Poeti vanta l’onore di essere la manifestazione, nel suo genere, più longeva d’Italia. Nato da un’idea di Tiberio Nicola, nel corso delle varie edizioni ha visto susseguirsi sul palco (di Piazza Europa) artisti di fama internazionale, da Mingus a Keith Jarrett, Weather Report, Bollani, ma anche grandi nomi non legati espressamente al genere come quello di BB King, Mogol o Kronos Quartet.

Gli artisti in programma

25 luglio: Stanley Clarke

Considerato uno dei bassisti più influenti degli Anni 70 a livello mondiale, Stanley Clarke è stato quattro volte vincitore ai Grammy Award e salirà sul palco con la band 4EVER composta da Jeremiah Collier alla batteria, Jahari Stampley piano e tastiere, Colin Cook alla chitarra, Emilio Modeste al sassofono. Attraverso i suoi 19 album, ha sperimentato molto durante la sua carriera, di fatto discostandosi dal genere che (ai suoi esordi a New York) lo ha messo al fianco di mostri sacri come Gil Evans, Art Blakey, Dexter Gordon e tanti altri.

26 luglio: The Manhattan Transfer

Questo concerto, che fa parte del tour mondiale di congedo dalle scene musicali dello storico gruppo, si prospetta come una serata dal forte impatto emotivo. Il gruppo statunitense è dal 1998 nella Vocal Group Hall of Fame. In apertura ci sarà la Jazz Vocal Esemble del Conservatorio “G.Puccini” di La Spezia con Michela Lombardi. Ospite Karima con la direzione di Pietro Gaddi.

27 luglio: Earth, wind and fire experience by Al McKay

L'apertura del concerto sarà affidata a Joe Castellano Super Blues & Soul Band. Con più di 40 anni di carriera i numeri maturati dagli Heart, wind and fire sono imponenti: hanno venduto oltre 90 milioni di dischi, vinto diverse volte i Grammy (6 statuette e 20 nominations) e gli American Music Award (4 premi e 12 nominations). Sono inoltre presenti nella Rock & Roll Hall of Fame e possono vantare una stella nella celebre Hollywood Walk of Fame di Los Angeles.

28 luglio: Doctor 3

Il trio è composto da Danilo Rea al pianoforte, Enzo Pietropaoli al contrabbasso e Fabrizio Sferra alla batteria. La formazione è nata nel 1997 con un disco ("The tales of Doctor 3") che l’anno successivo era già citato dalla rivista Musica Jazz come il miglior album italiano. L’impronta e lo stile fortemente riconoscibile della formazione li ha portati a essere decretati per ben tre anni (1999, 2001, 2003) il Miglior gruppo Jazz italiano.

30 luglio: Al di Meola

Atteso protagonista di quest’edizione, considerato un genio assoluto della chitarra, Al Di Meola nella sua carriera esplora diversi stili, tra i quali spicca il jazz fusion dalle influenze latine. Vanta anche numerose collaborazioni come quella con il gruppo Return To Forever (con Chick Corea, Stanley Clarke e Lenny White), il celebre trio di chitarra acustica con i colleghi virtuosi John McLaughlin e Paco de Lucia e il trio Rite of Strings con il bassista Clarke e il violinista Jean-Luc Ponty.

02 agosto: Omaggio ad Astor Piazzolla

Daniele Di Bonaventura e l'Hyperion Ensemble omaggeranno il grande compositore e musicista argentino Astor Piazzolla. L’Unione di jazz e tango darà il via a uno spettacolo unico che chiuderà la 55° edizione del Festival del Jazz. La carriera artistica del marchigiano Daniele Di Bonaventura vanta, dagli esordi, una trentinq di dischi pubblicati per editori ed etichette discografiche di tutto rispetto nel panorama internazionale. Ha suonato, registrato e collaborato con tantissimi artisti tra i quali Enrico Rava, Paolo Fresu, Oliver Lake, David Murray. La Hyperion Ensemble, dal canto suo, vanta più di 1000 concerti in giro per il mondo, portando il suo Tango unico e totalmente immersivo.

Seguici