Home MusicaConcertiLa “Notte della Taranta” diventa una maratona di solidarietà

La “Notte della Taranta” diventa una maratona di solidarietà

Il concertone finale a Melpignano si farà nonostante il lutto, ma promuoverà una raccolta fondi per la ricostruzione nelle zone terremoto. Lo show in diretta su Rai5

Foto: Notte della Taranta  - Credit: © lanottedellataranta.it

27 Agosto 2016 | 15:43 di Lorenzo Di Palma

Si è trasformato in una maratona di solidarietà a favore delle popolazioni colpite dal sisma, il concertone finale della ?Notte della Taranta?, in programma sabato 27 agosto a Melpignano (Lecce). La decisione è stata presa dalla fondazione che organizza l'evento d'intesa con la Regione Puglia dopo il dibattito che si era aperto se fosse il caso o meno di tenere il concerto in un momento così tragico per il Paese.

Obiezioni che erano state stoppate così da Carmen Consoli ?maestro concertatore? della manifestazione: «Se la Notte della Taranta deve fermarsi, allora devono farlo anche medici, ingegneri e muratori: il nostro non è un lavoro di serie ?b?, non ci sto». Poi con le sue cinque ospiti Fiorella Mannoia, Nada, Tosca, Buika e Lisa Fischer, che animeranno il concerto, ha sottolineato la necessità di mettere in campo «quello che sappiamo fare per aiutare le persone colpite dal dramma del terremoto: cantare».

Così il pubblico in piazza - sono attese più di 200mila persone - e quello che seguirà l'evento in diretta su Rai 5 (a partire dalle 22.30) potrà effettuare donazioni che finanzieranno la ricostruzione di un'opera pubblica nei territori colpiti dal terremoto, che sarà individuata dalla Regione Puglia.

Alle 18.45 di sabato i sindaci della Grecia salentina saliranno sul palco per invitare gli spettatori in piazza a versare un contributo economico nei sette mega-salvadanai che saranno installati dalla Protezione Civile nei varchi di accesso al concertone. E alle 22.30 il maestro concertatore Carmen Consoli inviterà a contribuire e sui videowall scorrerà il numero della Protezione Civile (45505) a cui mandare un Sms per le donazioni.

Tutti gli artisti coinvolti nel concertone devolveranno l'intero cachet della serata al progetto ?La Puglia per la ricostruzione? messo in campo dalla Regione per la ricostruzione di una infrastruttura pubblica nelle zone colpite dal sisma. Inoltre, sarà prodotto un cd della serata e anche i proventi della vendita saranno destinati al progetto della Regione.