Home MusicaConcertiLP: il nuovo album «Heart to Mouth» e lo showcase a Milano

LP: il nuovo album «Heart to Mouth» e lo showcase a Milano

Abbiamo assistito al mini live dell’artista di «Lost on you», che il 7 dicembre ha pubblicato il suo quinto progetto discografico

Foto: LP  - Credit: © Ufficio stampa

11 Dicembre 2018 | 14:37 di Giulia Ciavarelli

«Credo che le canzoni valgano più di tante parole»: quello di Laura Pergolizzi, in arte LP, non è uno slogan ma la sua vera essenza. Sotto il capo avvolto dai ricci scompigliati si nasconde un'anima taciturna e poco attenta ai riflettori: incontriamo l’artista newyorkese di origine italiana in occasione dello showcase a Milano, occasione preziosa per presentare dal vivo il suo quinto album.

Autrice di molte star della musica internazionale, il suo successo europeo è contrassegnato dallo spartiacque della lunga carriera: non c’è radio che non abbia trasmesso «Lost on you», la hit da milioni di visualizzazioni che nel 2016 l’ha consacrata come rivelazione del momento. «È una sorta di "canzone d'amore speciale": parla di una rottura sentimentale, ma affronta più che altro quella fase spaventosa in cui sei ancora innamorato ma senti che sta per finire tutto» ci aveva raccontato l’artista riguardo il tema centrale del brano.

Il 7 dicembre è arrivata fino alla nuova opera discografica scritta “on the road”: prodotti da Mike Del Rio, i dodici inediti contenuti in «Heart to Mouth» risultano connessi al suo passato ma offrono una nuova miscela stilistica di varie influenze, dal pop più intimo al rock.

Ci troviamo estasiati dalla sua vocalità, limpida ma imponente, che trova la sua resa migliore proprio durante il live: fischietta e si lascia andare a qualche sorriso rivolto ai fan, LP alterna i successi delle origini alle hit e i nuovi brani del disco. Non cambiano le vecchie abitudini, con lei c’è l’insostituibile ukulele.

«HEART TO MOUTH», DAL SENTIMENTO ALLE PAROLE

Il titolo del nuovo album di LP ci anticipa la trasparenza emotiva delle tracce: «Heart to Mouth» è una fotografia introspettiva, sono immagini di racconti passati e vissuti che raramente si lasciano andare al cliché tipico del pop (sentimentale) mainstream.

«Girls go wild» è il primo singolo, che da subito mette in mostra il suo appeal radiofonico: assolo di chitarra, coro in sottofondo e quel fischio ormai divenuto il simbolo sonoro di LP, è senza dubbio orecchiabile e accattivante. «Non vedi che sto guarendo?» canta in «Recovery», secondo estratto che racconta quanto sia importante darsi del tempo dopo una rottura sentimentale. A completare il quadro di melodie ci sono brani dalle atmosfere struggenti, divulgazioni fra il folk del nuovo millennio e quell'attitudine strettamente rock che non può mancare.

«LP È LA NOSTRA ISPIRAZIONE»

«Per molti, il colpo di fulmine è scattato ascoltando proprio quella hit che l’ha resa famosa in radio, altri invece l’hanno conosciuta tramite “Orange is the new black”. Da quel momento, non l’abbiamo più abbandonata» ci racconta la giovane portavoce del fan club di LP, che in Italia ha una community piuttosto corposa.

Al live in collaborazione con Spotify ci sono più di venti appassionate della cantautrice, di età e provenienza differente: «Siamo come una famiglia che va dai 25 ai 50 anni. Oggi veniamo da Milano, Pisa, Roma e Verona». E c’è chi aggiunge: «Siamo state anche ai firmacopie di Roma e Milano. Troviamo il tempo di vederla nonostante gli impegni con mariti, figli e lavoro. Ciò che scrive e canta è per noi fonte d’ispirazione».

Mai come ora, la musica deve rimanere questo: passione, condivisione e voglia di emozionarsi insieme.

LA TRACKLIST DELL'ALBUM

1. Dreamcatcher
2. When I’m over you
3. One night in the sun
4. Girls go wild
5. Recovery
6. The power
7. Dreamer
8. House on fire 
9. Hey nice to know ya
10. Die for your love
11. Shaken
12. Special