Home MusicaConcertiMi Ami Ora: due appuntamenti live invernali con Ghemon, Rkomi e molti altri

Mi Ami Ora: due appuntamenti live invernali con Ghemon, Rkomi e molti altri

Due show che anticipano il festival di maggio: da Wrongonyou ad Andrea Poggio, da Ghemon a Rkomi, The Night Skinny, Ensi, Coma_Cose e molti altri

16 Febbraio 2018 | 12:04 di Valentina Cesarini

Il freddo ci fa ancora tremare, ma arriva il MI AMI a riscaldarci. Torna l’appuntamento invernale con una formula del tutto nuova, MI AMI ORA: un format one-night-stand, tutto in una notte, organizzato da BetterDays, la società che dal 2005 produce il MI AMI Festival. La preview si sdoppia: due appuntamenti che, come nel DNA del festival, promuovono la musica italiana indipendente.

«A Milano non esistono location indoor in grado di ospitare un festival così come lo avevamo pensato», dichiarano Stefano Bottura e Carlo Pastore, i direttori del festival, «così abbiamo deciso di dare vita a due serate parallele, affiancate ma autonome, ognuna con una propria anima». Due eventi che si svolgeranno a febbraio a Milano, aspettando il consueto MI AMI Festival di maggio. Aggiungono Bottura e Pastore: «Abbiamo scelto di chiamarlo MI AMI ORA per specificare la formula temporale dell’evento e per sottolineare la grande voglia di musica italiana che c’è nel nostro paese ora, qui e adesso».

Primo appuntamento: venerdì 16 febbraio

Alla Santeria Social Club (viale Toscana 31), una serata all’insegna di live esclusivi e anteprime: il release party dell’attesissimo nuovo disco del romano Wrongonyou, dopo il suo debutto sul grande schermo nel cast del film Il Premio di Alessandro Gassmann; la next big thing della canzone italiana femminile Verano, una delle voci più raffinate e sofisticate degli ultimi anni, con una live preview esclusiva; il primo concerto milanese di Andrea Poggio, ex leader dei Green Like July al suo esordio da solista col disco “Controluce”, e la data zero del nuovo talento Gigante, ovvero il progetto solista di Ronny Gigante dei Moustache Prawn. A chiudere l’incredibile spettacolo unico di Paolo Baldini Dubfiles, il produttore dub italiano per eccellenza, già al lavoro con Jovanotti e Tre Allegri Ragazzi Morti, qui accompagnato dalle voci di Jules I e Jacob dei Mellow Mood.

La serata sarà aperta dal panel "Il fascino eterno della lingua italiana" (a partire dalle ore 18.30), alla presenza di Wrongonyou, Maria Antonietta, Andrea Poggio e Nur Al Habash di Italia Music Export, moderato da Carlo Pastore. In tempi recenti Mike Patton, Erland Oye, i Phoenix, Luxardo, gli Itaca, Nic Cester e persino i Tame Impala con la loro "Sestri Levante" hanno omaggiato la nostra musica o introdotto nei loro vocabolari termine e cliché dalla nostra lingua, eppure molti artisti italiani continuano a preferire la lingua inglese scontrandosi con le difficoltà di esportare il proprio prodotto. In effetti, a parte Battisti e Celentano e Toto Cotugno, sono davvero rari i casi di musica italiana che ce la fa all'estero. Con i primi timidi focus di testate straniere sui nostri musicisti che si esprimono nella lingua madre (ad esempio l’articolo pubblicato su Le Monde, L’autre équipe d’Italie) e una riappropriazione (dopo anni di preferenza per la lingua inglese) da parte dei nostri musicisti di un modo di veicolare la parola che non è più solo testo, magari impegnato, ma a sua volta suono e immagine, sarà questo il momento giusto perché la musica contemporanea italiana in italiano travalichi i confini nazionali?
Al termine del panel, un breve set acustico di Maria Antonietta.

Secondo appuntamento: sabato 24 febbraio

Al Fabrique (via Fantoli 9), una serata all’insegna della musica italiana del futuro, che passa dall’hip hop, dal soul e dalla contaminazione elettronica. 5 live set speciali e due dj set. In programma i live di Ghemon, che con il suo ultimo disco “Mezzanotte” si è consacrato come una delle voci più apprezzate nel panorama rap italiano; il rapper più affascinante della nuova generazione Rkomi, che proprio al MI AMI ORA  saluterà nella sua città il tour di “Io in terra”, il suo disco di debutto pubblicato con la direzione artistica di Marracash. Imperdibile sarà lo speciale live del producer Night Skinny, già al lavoro con Fabri Fibra e Guè Pequeno, che presenterà per la prima volta dal vivo il suo album “Pezzi”, accompagnato da Ensi, host d’eccezione di questo specialissimo show, e da tanti altri special guest a sorpresa. In apertura di serata il duo Coma_Cose in bilico fra street rap e Battisti, che sta attirando sempre più attenzione e hype su di sè, e il live dei Belize, che hanno ottenuto grandi consensi con il singolo “Pianosequenza” presentato a X Factor. A chiudere i dj set di G.Quagliano e Giad.

I biglietti

L’ingresso alla serata del 16 febbraio in Santeria Social Club costa 15 € +d.p. (prevendite disponibili su: Mailticket e Ticketone), mentre l’ingresso alla serata del 24 febbraio al Fabrique è di 20€ + d.p. (prevendite disponibili su: Mailticket e Ticketone).

Disponibile l’abbonamento alle due serate al costo di 30€, in vendita solo sullo shop online di DailyBest. Inoltre l’abbonamento, per la prima volta tra i festival in Italia, potrà essere acquistato anche in bitcoin al costo di 0,0015 bitcoin.