Home MusicaConcertiModà a San Siro 2016: le ragioni del trionfo

Modà a San Siro 2016: le ragioni del trionfo

18 e 19 giugno 2016: 90 mila spettatori e i Pooh sul palco con la band. Scaletta e emozioni

 - Credit: © DVD Reporter - Davide Di Lorenzo

20 Giugno 2016 | 11:42 di Alessandro Alicandri

Uno spettacolo compatto, imponente e massiccio quello dei Modà. Una band in piena forma e un Kekko Silvestre incredulo. Questo e molto altro nelle due lunghe nottate a San Siro il 18 e il 19 giugno 2016 di fronte a oltre 90 mila spettatori complessivi, in due serate tanto attese.

Non è la loro prima volta negli stadi, ma l'approccio è quello dell'esordio. C'è grande emozione nella band e il rispetto reverenziale che da sempre il front-man del gruppo ha per il suo pubblico, diventa tenerissimo. Quando la forza della sua gente è così grande e tutta assieme, Kekko guarda ancora le persone con stupore ed è forse questa uno degli aspetti più belli di questa band.

Con una scaletta con oltre 30 brani e due ore e mezza di spettacolo, ci siamo fatti cullare dal romanticismo sfrenato della loro musica. Cambia la scaletta, cambiano le luci e la forma del palco, ma l'approccio dello show è quello di sempre: una intro filmica (questa volta dedicata agli sport e alla guida di veicoli in stile 007, dove ogni membro della band è protagonista), un palco maestoso, una passerella avvolgente e l'energia di Kekko che vive questo sogno a occhi aperti con una voce impeccabile. 

Ospiti della seconda serata milanese, i Pooh. Assieme cantano "Tanta voglia di lei", "Pensiero" e "Noi due nel mondo e nell'anima". Il sestetto della reunion, a fine esibizione, cede pubblicamente la sua eredità artistica a Kekko, augurando ai Modà 50 anni di successi. 

Durante il concerto si sono definiti "Cinque c*******i qualunque". Eppure "Passione maledetta" ha venduto oltre 150 mila copie senza la pista di decollo di Sanremo (confermando un trend che non si colloca più nella "tendenza" ma nella "fenomenologia") e i numeri di questo show raccontano un legame indissolubile tra la band e questo pubblico. Un seguito appassionato e un sostegno indefesso da far invidia a chiunque lavori nella discografia. Avere il massimo e dover dire grazie per tutto questo quasi solo ai propri fan, è una grande fortuna.

L'avventura estiva continua con le date di Cagliari e Barolo e riprende poi tra novembre e dicembre con altre 8 date capillari sul territorio.

La scaletta

Con una stella, vi segnaliamo le interpretazioni migliori

Ti passerà 
Passione Maledetta
Tappeto di fragole
Sono già solo
Doveva andare così
Urlo e non mi senti 
La sua bellezza 
California (qui è salito sul palco Davide Silvestri)
È solo colpa mia 
Come un pittore
Forse on lo sai 
Anche stasera

Fine Prima Parte

E non c'è mai una fine 
Salvami 
Se si potesse non morire 
Gioia
Dimmelo 
Momento Pooh
Cuore e vento
Che tu ci sia sempre
Arriverà

Medley acustico

Nuvole di Rock
Mani inutili 
Bellissimo 
Non è mai abbastanza
Come l'acqua dentro il mare
Dove è sempre sole
A Laura
Mia

Bis

La notte
Viva i romantici 
Stella cadente