Home MusicaConcertiI Mötley Crüe si sciolgono: concerto d’addio a Los Angeles

I Mötley Crüe si sciolgono: concerto d’addio a Los Angeles

A Capodanno l’ultimo show del quartetto allo Staples Center. Vince Neil si commuove, Tommy Lee rimane sospeso in aria con la sua batteria

Foto: I Motley Crue allo Staples Center di Los Angeles il 31 dicembre 2015  - Credit: © SplashNews

02 Gennaio 2016 | 17:22 di Lorenzo Di Palma

Hanno deciso di concludere dove tutto era inizato, con un concerto di Capodanno allo Staples Center di Los Angeles, la loro ultratrentennale esperienza i Mötley Crüe, il gruppo heavy metal statunitense paladino del del Glam metal, i cui membri sono famosi per lo stile musicale, ma anche per la loro vita trasgressiva e sempre al limite.

Nikki Sixx, Tommy Lee, Mick Mars Vince Neil dal 1981 (anno di fondazione della band) hanno collezionato condanne anche penali, ma hanno anche venduto più di cento milioni di dischi, con un palmares che conta ben 22 dischi di platino e 10 dischi d'oro.

Il malinconico concerto d’addio ha avuto inizio come sempre per gli show dei Mötley Crüe con So Long, Farewell ed è proseguito spedito con tutti i pezzi storici del repertorio: da Girls, Girls, Girls a Wild Side e Kickstart My Heart, dalla cover di The Sex Pistols Anarchy in the UK e Dr. Feelgood fino alla ballata Home Sweet Home che ha chiuso lo show.

Vince Neil, il cantante della band, salutando il pubblico non è riuscito a trattenere le lacrime, mentre Tommy Lee, il batterista molto noto anche per essere stato il marito di Pamela Anderson, durante il suo assolo è rimasto sospeso per un po’ sulla pesante impalcatura da montagne russe che spostava la batteria in verticale e che si è “inceppata”.