Home MusicaConcertiI Queen a Budapest e gli altri concerti oltre la cortina di ferro

I Queen a Budapest e gli altri concerti oltre la cortina di ferro

32 anni fa Freddie Mercury, Brian May, Roger Taylor e John Deacon diventavano la prima band a suonare nell'Europa dell'Est. Da Berlino a Sarajevo, vi raccontiamo cinque concerti oltre i confini

Foto: Freddie Mercury in concerto

27 Luglio 2018 | 09:15 di Francesco Taranto

Budapest, 27 luglio 1986. Per la prima volta dopo diversi anni la città, allora parte del blocco Sovietico, vede un grande concerto rock nel proprio stadio. Sono i Queen, impegnati nel Magic Tour (quello che purtroppo sarà l’ultimo per Freddie Mercury) e che li porta in giro per l’Europa, anche oltre la cortina di ferro.

Non è l’unico caso in cui la musica si è spinta al di là di confini, guerre e difficoltà. È storico ad esempio il concerto di Bruce Springsteen a Berlino Est nel 1988, 16 mesi prima della caduta del muro. Secondo molti la musica e i discorsi di Springsteen quella sera contribuiranno a unificare la Germania. Nel 1990 Roger Waters suona il classico album «The Wall» proprio a Berlino, con il muro ormai caduto, davanti a oltre 400.000 persone.

Lo spirito unificante della musica ha saputo spesso portare consolazione nelle zone difficili, da Johnny Cash nella prigione di Folsom agli U2 a Sarajevo subito dopo la guerra. Vi raccontiamo allora cinque concerti che hanno riscritto la storia.