Home MusicaConcertiSpringsteen contro la legge omofobica del North Carolina

Springsteen contro la legge omofobica del North Carolina

Il Boss annulla un concerto per opporsi a “una legge discriminatoria" e si schiera con la comunità Lgbt

Foto: Bruce Springsteen  - Credit: © SplashNews

09 Aprile 2016 | 12:15 di Lorenzo Di Palma

Bruce Springsteen ha cancellato il concerto che avrebbe dovuto tenere domenica 10 aprile, a Greensboro in North Carolina, per protestare contro la Stato degli Usa che lo scorso 23 marzo ha approvato una legge, detta ?HB2? su ?Installazioni pubbliche, legge di privacy e sicurezza?, che prevede che l'uso dei bagni sarà legato al ?sesso registrato sui certificati di nascita? e quindi discrimina, secondo il Boss, la comunità Lgbt (le persone lesbiche, gay, bisessuali e transgender).

Springsteen ha preso così posizione con un post sulla sua pagina Facebook ufficiale in cui pur scusandosi con i ?fan di Greensboro?, spiega che ?alcune cose sono più importanti del rock e la lotta contro i pregiudizi e il fanatismo è una di queste".

Annullare il concerto, spiega ancora il Boss, che quando si tratta di schierarsi non si è mai tirato indietro, è ?l'arma più potente che ho per alzare la voce contro una misura voluta da coloro che vogliono andare indietro invece che avanti".

Questo è l'annuncio completo del Boss e della E-Street Band: