Home MusicaDischi in uscitaEd Sheeran torna con il nuovo album “No. 6 Collaborations Project”

Ed Sheeran torna con il nuovo album “No. 6 Collaborations Project”

«Sono tutti artisti che sono di grande ispirazione per me e sono un loro grande fan» afferma il cantautore, che duetta con ventidue colleghi nel nuovo progetto discografico in uscita il 12 luglio

Foto: Ed Sheeran  - Credit: © Ufficio stampa

12 Luglio 2019 | 11:05 di Giulia Ciavarelli

Messi da parte i simboli matematici, almeno per ora, Ed Sheeran si concentra sul nuovo progetto discografico, finalmente condiviso con i fan di tutto il mondo: dopo averci incuriosito con numerose anticipazioni che hanno riempito le bacheche dei social per qualche settimana, il 12 luglio esce nei negozi e in digitale No. 6 Collaborations Project, il nuovo disco del ventottenne di origini irlandesi pubblicato a due anni di distanza da “÷”.

Interrompe la tradizione per far spazio ad un titolo che fin da subito ha incuriosito il pubblico: «Prima di avere un contratto discografico ho fatto molti EP, e uno di questi si chiamava “Number 5 Collaboration Project” con molti rapper inglesi di cui ero fan a quel tempo. Non ho più fatto collaborazioni su pezzi miei da allora. Ho partecipato a brani di altri, ma nei miei album c’ero solo io» spiega durante l’unica intervista rilasciata per l’uscita dell’album, quella con il presentatore radiofonico Charlamagne Tha God. «Nell’arco di un anno, mentre ero in tour, ogni volta che incontravo un artista di cui ero fan gli chiedevo di andare in studio, non tanto per realizzare una canzone ma solo per me» aggiunge.

Questo è il disco sbagliato per chi reclama a gran voce le ballate romantiche da inserire nella propria playlist, ed è ben visibile dai primi cinque singoli, poco romantici, ma molto carichi, che hanno anticipato l’uscita ufficiale del progetto discografico. Ed Sheeran dà vita a un disco che sembra non aggiungere quel tassello in più alla sua carriera da star ma piuttosto è «solo qualcosa che ho fatto e che ho voluto rendere pubblico». Si fa accompagnare da ben ventidue colleghi, che completano la cascata variegata di suoni che circonda i quindici brani.

Primo fra tutti, Justin Bieber: insieme a lui, Ed Sheeran lancia il singolo che ha fatto innamorare le radio italiane. È forse il brano più accattivante e pronto all’ascolto durante la stagione estiva e il successo di I Don’t Care non tarda ad arrivare: certificato Platino in Italia, entra direttamente alla prima posizione della classifica di vendita (Fimi-Gfk) e ottiene in totale 400 milioni di stream.

Chi ben comincia è a metà dell’opera e la popstar della porta accanto continua a invitare al suo party gli amici famosi che hanno accettato di duettare con lui. Ci addentriamo nella vera anima del disco solo con “Cross me” e “Beautiful People”: la prima traccia, piuttosto orecchiabile, vede la presenza di Chance the Rapper e PnB Rock mentre la seconda è un’allegra melodia sul rimanere fedeli a se stesso accompagnata dal giovane Khalid.

Per un attimo ci si dimentica del suo ultimo concerto a San Siro e il busker di maggior successo al mondo abbandona la chitarra per abbracciare ritmi e suoni estremamente diversi tra loro grazie alla convocazione di giovani talenti e dei più grandi artisti in circolazione. Chiama Paulo Londra, un giovane fenomeno latino proveniente dall’Argentina per incidere “Nothing on You”, rintraccia a Nashville Chris Stapleton e chiama insieme Bruno Mars per dar vita al pezzo rock “Blow”. Skrillex era un'artista con cui Sheeran era particolarmente desideroso di lavorare, e con la star dell'EDM realizza "Way to Break My Heart". 

L’unica ballata che ci richiama al “solito Ed Sheeran” è “Best Part of Me”: chitarra acustica e lirica si uniscono alla delicata vocalità di Yebba, l’artista proveniente da West Memphis e vincitrice di un Grammy Awards. A proposito di giovani, c’è anche la compositrice londinese Ella Mai che, forte del successo della sua “Boo'd Up”, è stata reclutata dall’artista per una fresca canzone d’amore dal titolo “Put It All on Me”. In questo disco estremamente libero da vincoli e scelte mirate a compiacere il mercato discografico, si aggiungono Eminem, 50 Cent, la coppia esplosiva formata da Camila Cabello e Cardi B ma anche Stormzy, H.E.R e Travis Scott.

«Io non vedo generi diversi, vedo solo cuore. Se mi smuove qualcosa, mi piace. Può essere anche solo musica divertente che mi fa sentire felice, o triste che mi fa piangere e diventare malinconico. Ho sempre avuto gusti molto diversi: sono cresciuto ascoltando folk e rock’n’roll, poi sono passato al rap e all’hip hop, poi al grime e la musica acustica» dice Ed Sheeran spiegando la possibile chiave di lettura di un progetto moderno e variegato che punta anche a conquistare una nuova fetta di pubblico.

Tanti si chiedono quale sia il segreto del suo grande successo e Ed Sheeran fornisce una risposta così semplice quanto vera: «Ci vuole personalità, tanto lavoro e serve talento».

LA TRACKLIST

1. Beautiful People feat. Khalid
2. South of the Border feat. Camila Cabello & Cardi B
3. Cross Me feat. Chance the Rapper and PnB Rock
4. Take Me Back to London feat. Stormzy
5. Best Part of Me feat. YEBBA
6. I Don’t Care feat. Justin Bieber
7. Antisocial feat. Travis Scott
8. Remember the Name feat. Eminem & 50 Cent
9. Feels feat. Young Thug & J Hus
10. Put It All on Me feat. Ella Mai
11. Nothing on You feat. Paulo Londra & Dave
12. I Don’t Want Your Money feat. H.E.R
13. 1000 Nights feat. Meek Mill & A Boogie Wit Da Hoodie
14. Way to Break My Heart feat. Skrillex
15. Blow feat. Bruno Mars & Chris Stapleton