Lorenzo Fragola torna con “Solero” assieme ai The Kolors

Il cantautore siciliano lancia una nuova canzone piena di positività e pensa ai prossimi progetti (Ariston compreso)

Lorenzo Fragola
2 Luglio 2021 alle 10:53

Dopo la vittoria a “X Factor”, nel 2014, ha collezionato certificazioni oro e platino con hit come “The reason why”. E tormentoni estivi del calibro di “#Fuori c'è il sole” e “L'esercito del selfie” (degli hitmaker Takagi & Ketra). A tre anni di distanza da “Bengala”, l'ultimo singolo, il 2 luglio Lorenzo Fragola torna sulle scene musicali con “Solero”. Il brano, fresco e accattivante (dal sound anni ‘80), regala uno sprint in più grazie alla partecipazione dei The Kolors

Lorenzo, dove sei stato tutto questo tempo?
«In Sicilia, per mettere a posto un po’ di cose a livello personale: ho preso la patente e, insieme a mio fratello, mi sono trasferito in una casetta – con annesso studio di registrazione – alle pendici dell’Etna. Grazie a questo aspetto ho potuto costruire una dimensione musicale in cui riconoscermi. E la ricerca ha dato i suoi frutti».

Infatti è nata “Solero”…
«L’ho composta durante il primo lockdown pensando di destinarla proprio ai The Kolors. Una volta ultimata, però, la mia casa discografica ha pensato potesse essere adatta anche a me. L'abbiamo comunque mandata a Stash, che l'ha subito amata. Così abbiamo percorso la strada del duetto».

Cosa volevi trasmettere?
«Mi sono immaginato l'estate dopo il periodo chiusi in casa: la voglia di vedersi, di sfiorarsi e ritornare dalle persone che ci sono mancate. Non volevo risultasse una canzone troppo seria o frutto di un'operazione furba. È un brano positivo e funk, con elementi anni ’80 tradotti per il pop moderno».

Sta arrivando un album di inediti?
«Sicuramente sì, ma non so quando e come uscirà. Ho tantissime canzoni nel cassetto: con un bacino di composizioni così ampio è più facile imbastire un disco. E poi non vedo l'ora di rientrare in studio: il lavoro artistico è la cura a complessi e paranoie. È molto gratificante, mi fa sentire un privilegiato».

Dopo i The Kolors con chi vorresti duettare?
«Mi piacciono le popstar internazionali Dua Lipa, Rosalia e Lana Del Rey. Dipende, comunque, sempre dal pezzo».

Quali hit associ alla bella stagione?
«Sicuramente “Turn me on” di Kevin Lyttle. Aggiungo anche “Margarita”, che ho scritto per Marracash ed Elodie. E non dimentico “#Fuori c'è il sole” omaggio alla mia sicilianità».

Dopo “Solero” pensi all’Ariston?
«L’ultima partecipazione a Sanremo risale al 2016, con “Infinite volte”. Sarebbe bello ripresentarsi sul quel palco portando il bagaglio di esperienze accumulato negli anni. È una cosa che non dipende solo da me. Quindi, per ora, mi concentro sul nuovo progetto discografico».

Nel frattempo come trascorrerai l'estate?
«La passerò in Sicilia. E non mi dispiacerebbe trovare occasioni per piccoli live, in una dimensione intima».

Seguici