Paola & Chiara: «Con “Per sempre” abbiamo portato le nostre vecchie hit nel 2023»

Due gli inediti, “Furore” e “Mare caos” e poi nove dei loro brani di maggior successo

12 Maggio 2023 alle 11:16

Undici canzoni. Due gli inediti, “Furore” (la hit con cui hanno spopolato al Festival di Sanremo e oltre) e “Mare caos”, uscito lo scorso 5 maggio. E poi nove dei loro brani di maggior successo, ma senza farli diventare il classico “Greatest Hits”. Infatti “Per sempre”, il nuovo disco di Paola & Chiara uscito il 12 maggio a 10 anni di distanza dall'ultimo lavoro in studio (“Giungla”), è un qualcosa di speciale. Già, perché quelle nove canzoni del passato che tutti conosciamo hanno una veste nuova: riviste, rivisitate, shakerate. Ma soprattutto eseguite assieme a loro grandi amici. A volte travolgenti (come “Festival, in cui duettano con Elodie, e “Vamos a bailar”, realizzata con Gabry Ponte), a volte intense (“Vive el amor” con Ana Mena, “Hey” con Jovanotti e “A modo mio” con Noemi), a volte nostalgiche (“Amici come prima”, dove c'è l'immancabile voce dell'amico Max Pezzali, e “Amore mi dai” con Levante), a volte sconvolgenti (“Kamasutra” con Cosmo, vera perla dell'album, e “Fino alla fine” con Emma).

Racconta Paola: «Siamo molto felici e molto fortunate di questo ritorno improvviso. Abbiamo seguito un flusso di energie che ci ha portato a essere qui. Per realizzare “Per sempre” ci hanno aiutato tanti amici e abbiamo lavorato seguendo una mentalità ben specifica e la nostra etica professionale. Siamo sempre state fedeli a noi stesse, anche quando ci siamo separate per dieci anni. Non c'era nulla di scontato: che tornassimo insieme, che andassimo a Sanremo, che “Furore” diventasse una hit. L'idea che sta dietro a “Per sempre” è semplice: portare le nostre vecchie hit nel 2023, ognuna con un team di produzione diverso. Inoltre abbiamo coinvolto dei cantanti con cui abbiamo un rapporto di amicizia. Elodie erano anni che ci diceva “Se tornate, chiamatemi che vengo subito”, Noemi per registrare “A modo mio” è venuta direttamente da Bari dove era per una serata, Cosmo propone già “Kamasutra” nei suoi concerti. Anche con Emma e Levante c'è stata una grande interazione. Jovanotti e Max Pezzali sono amici fraterni. Poi la scelta di Ana Mena, icona della musica latina, era una scelta quasi ovvia».

Le fa eco Chiara: «Tutte le persone coinvolte in questo progetto sono state entusiaste. Ci piaceva molto la suggestione di ripensare quei pezzi, soprattutto in questo periodo in cui le sonorità Anni 90 e Duemila sono tornate di moda. La presenza di Max Pezzali diciamo che era quasi scontata, anche perché ci ha ospitato sul palco dello stadio di San Siro lo scorso anno. E lo stesso discorso vale per Jovanotti, che sempre nel 2022 ci aveva invitato a una tappa del suo tour. Abbiamo affrontato la registrazione di “Per sempre” come un viaggio in cui abbiamo anche ripensato al passato. “Festival” la scrivemmo tra il Brasile e gli Stati Uniti: oggi abbiamo rivissuto quelle stesse emozioni. Una costruzione particolare e molto emozionante. In questo la distanza tra noi che ci ha separato per dieci anni ci ha a insegnato a essere meno in simbiosi, a prendere più coscienza di quello che siamo».

Intanto, sabato 13 maggio, dopo la data zero a Trezzo sull'Adda, al Fabrique di Milano si apre il tour: il 14 maggio si ripete a Milano, il 19 e il 20 Paola & Chiara saranno all’Auditorium Conciliazione di Roma, mentre il 10 giugno le vedremo in veste di madrine al Roma Pride 2023. E non è tutto, perché tra giugno e settembre si esibiranno tra festival e piazze più importanti d’Italia nel tour estivo “Paola & Chiara – Per sempre estate”. «Come quando siamo andate a Sanremo, abbiamo curato tutto nei minimi dettagli. Però in fondo l'idea è di salire sul palco per divertirci. Ci aspettiamo che ci siano partecipazione e calore da parte della gente. Questo già lo abbiamo visto ancora prima di iniziare e poi alla data zero: i nostri fan sono “avvelenati” e organizzatissimi. Abbiamo un pubblico intenso, variopinto, divertente, che ha voglia di trasformarsi e liberarsi. E noi siamo pronte a farli ballare!».

Seguici