Home MusicaDischi in uscitaSex Pistols: in arrivo i “Live ‘76”

Sex Pistols: in arrivo i “Live ‘76”

Quattro leggendari concerti della band seminale del Punk, incluso il “The Lesser Free Trade Hall Show” del 4 giugno 1976

Foto: Sex Pistols  - Credit: © BPlummer

13 Giugno 2016 | 23:26 di Lorenzo Di Palma

Sarà disponibile dal prossimo 19 agosto in un confezione “di lusso” (oltre che in digitale in un boxset di 4 CD o LP) “Live ‘76”, una raccolta di quattro rivoluzionari concerti dal vivo dei Sex Pistols, scelti dalla stessa band e rimasterizzati agli Abbey Road Studios.

I Sex Pistols - John Rotten alla voce, Steve Jones alle chitarre, Paul Cook alla batteria e Glen Matlock al basso - sono una delle più importanti rock band inglesi, di certo quella che “definito” per la prima volta il punk, termine che però loro rifiutano. Con un solo album e quattro singoli nella discografia ufficiale, la loro influenza e la loro eredità ha però raggiunto ogni angolo del pianeta. “Live ‘76” si propone inoltre di sfatare una dei tanti miti che circolano attorno alla leggendaria band, che li vuole incapaci di suonare dal vivo.

Nel primo disco c’è il leggendario concerto del 4 giugno 1976, forse il più importante concerto per la band, organizzato da Pete Shelley e Howard Devoto (che formò i Buzzcocks dopo aver attraversato Welwyn Garden City per andare a sentire i Pistols) che cambiò il corso della storia della musica, ispirando un’intera generazione di musicisti anticonformisti: fra il pubblico, per esempio, c’erano anche i futuri membri dei Joy Division, Morrissey degli Smith, Mark E. Smith e Tony Wilson.

Il secondo disco racconta invece le radici londinesi della band con il “Midnight Special” concert, registrato il 29 agosto del 1976 allo "Screen on the Green" di Islington, con i Clash e i Buzzcocks a fare da band di supporto e l’accesso vietato ai giornalisti e allo staff della casa discografica.

Nel terzo disco c’è il live del 17 settembre 1976 alla prigione di massima sicurezza di Chelmsford, un’idea non convenzionale come le tante avute dal manager dei Sex Pistols, Malcom McLaren, con un John Rotten Lyndon più provocatorio che mai.

L’ultimo disco, infine, riporta un concerto registrato il 25 settembre del 1976 al Burton on Trent, che per la prima volta è disponibile nella sua interezza. 

Sex Pistols "Live ’76": la tracklist