Home MusicaDischi in uscitaSubsonica: «”Microchip temporale” è un percorso appassionante e provocatorio»

Subsonica: «”Microchip temporale” è un percorso appassionante e provocatorio»

A vent'anni da "Microchip emozionale", la band pubblica una riedizione dello storico album con il contributo di molti colleghi: da Achille Lauro a Coez, Elisa e Motta

Foto: Subsonica  - Credit: © Chiara Mirelli

22 Novembre 2019 | 11:29 di Giulia Ciavarelli

Per i fan storici o semplicemente quelli che hanno amato fortemente questo album, venerdì 22 novembre è un grande giorno: in tutti gli store digitali e nei negozi tradizionali troviamo "Microchip temporale" (Sony Music) dei Subsonica. Una speciale riedizione che riavvolge il filo della loro storia riportandoci al 1999, quando usciva uno dei dischi che ha segnato in modo indelebile la scena musicale italiana: "Microchip emozionale".

Un album che ha accorciato le distanze tra la musica indipendente e le produzioni internazionali, integrando generi come elettronica, dance e rock. In questa nuova versione, che vede il ritorno in copertina della ragazza giapponese con la pistola, si lega passato e presente in un disco completamente risuonato e arricchito dalla creatività di alcuni dei protagonisti della scena attuale. I Subsonica hanno voluto con loro 14 musicisti, rapper e cantanti che oggi hanno l'età che avevano allora: Achille Lauro, Coez, Coma_Cose & Mamakass, Cosmo, Elisa, Ensi, Fast Animals And Slow Kids, Gemitaiz, Motta, M¥Ss Keta, Nitro, Lo Stato Sociale e Willie Peyote.

Le rivisitazioni dell'album e i concerti

«Dopo più di 20 anni di storia di band, ci sono cose che non smettono di regalarci soddisfazioni. Un pubblico fedelissimo che continua ad affollare i concerti e a seguire attivamente le nostre vicende attraverso i canali di comunicazione. I volti nuovi di chi, album dopo album, entra a fare parte del nostro mondo. Ma soprattutto le testimonianze di musicisti più giovani, tra cui molti di quelli che stanno scrivendo le proprie pagine di storia oggi, che ci raccontano di quanto alcuni nostri concerti o album, come Microchip Emozionale, siano stati, in alcune fasi della loro vita, importanti» racconta la band.

E aggiungono: «Per molti brani abbiamo scelto di trasformare il Microchip di 20 anni fa in una forma che testimoniasse la vita intensa che quelle canzoni hanno vissuto sul palco. Gli stessi brani, suonati live, hanno subito trasformazioni fisiologiche che qui trovano testimonianza, lo abbiamo fatto anche nel rispetto di chi ci segue da anni, per evitare rivisitazioni “traumatiche”. In altri casi, abbiamo pensato di poterci permettere di mettere mano, con lo stesso spirito di allora, ad alcuni arrangiamenti che tengono conto del contesto della musicale attuale, non meno stimolante di quello di ieri».

«In altri casi ancora abbiamo scelto di affidare ad alcuni una “rilettura” integrale delle canzoni di Microchip. Al fine di costruire un percorso appassionante, sorprendente, provocatorio e familiare allo stesso tempo per il nostro pubblico, a cui, in primo luogo, questo album è rivolto».

Samuel, Max Casacci, Boosta, Ninja e Vicio partiranno in primavera con un tour nei principali club italiani. La tournée, prodotta da Vertigo, toccherà tredici città a partire da Padova, per poi terminare in grande stile l'8 aprile all'Alcatraz di Milano. I biglietti sono disponibili sul sito di Ticketone e in tutte le rivendite autorizzate.

Le date del tour

5 marzo - Padova | Hall
6 marzo - Nonantola (MO) | Vox
7 marzo - Trezzo Sull’Adda (MI) | Live Club
11 marzo - Perugia | Afterlife
12 marzo - Firenze | Tuscany Hall
14 marzo - Venaria Reale (TO) | Teatro della Concordia
19 marzo - Napoli | Common Ground
20 marzo - Mosciano Stazione (TE) | Pin Up
21 marzo - Modugno (BA) | Demodè Club
25 marzo - Roma | Atlantico
28 marzo - Pordenone | Fiera, Padiglione 5

3 aprile - Senigallia (AN) | Mamamia
8 aprile - Milano | Alcatraz