Home MusicaEmma: cosa ci aspettiamo dal suo futuro

Emma: cosa ci aspettiamo dal suo futuro

L'esibizione ai Wind Music Awards segna uno spartiacque tra passato e presente?

13 Giugno 2017 | 13:10 di Alessandro Alicandri

Emma l'abbiamo seguita tutti ai Wind Music Awards e ci ha colpito con un'esibizione che i fan conoscevano bene, ma che di sicuro non si aspettavano in diretta su Raiuno. Figurarsi chi non la vedeva su un palco da un po'. «You don't love me (no, no, no)» di Dawn Penn è stata un po' la perla del suo ultimo ciclo di concerti e lei ha deciso di riproporla come punta di diamante del suo «Adesso Tour».

Emma, l'intervista per Amici 2017

Proprio in quell'occasione ha portato ad un livello successivo la sua voce, trasformandola e immergendosi in qualcosa di diverso da ciò che abbiamo sentito nel suo passato. Pensate che questo brano stato portato in sala di incisione e nei live da grandi nomi del pop come Rihanna e Beyoncé, mantenendo però il genere musicale di provenienza del brano, il reggae, tra l'altro molto nelle corde di Emma. Perché non proporlo così com'era? Perché Emma, lo sappiamo, è fatta così.

In questo "strappo" alla regola in chiave rock abbiamo visto un'artista più libera ed è forse questo che voleva raccontarci. Ha deciso di presentare il brano in modo provocatorio, sicuramente con una volontà di rottura rispetto al contesto dei Wind Music Awards. Alcuni si aspettavano addirittura un ritorno alle origini con «Calore» o le hit dell'ultimo progetto come «Occhi profondi» o «Arriverà l'amore». Invece no.

La recensione dell'Adesso Tour

Voi ricordate un momento della carriera musicale (non televisiva) di Emma nella quale ha viaggiato con le scarpe comode? Nella serenità della sua affermazione tra i nomi della musica? Noi no. Emma, volente o nolente, ha avuto un percorso musicale inquieto, dove ha vissuto divisa tra zone di comfort come «Amici» a campi minati come l'Eurovision Song Contest, l'abbraccio dei fan che la seguono dal 2009 e le voci che la "trattano" come se fosse sempre al suo primo giorno di scuola.

È forse venuto il momento di trovare pace con tutto questo e anche con se stessa. Emma sta lavorando da tempo a un nuovo album ed è qui, proprio ora, il momento in cui dovrà riabbracciare il pubblico correndo verso di loro in modo più semplice, per assurdo meno ambizioso, tornando alle radici della persona folle e sincera che abbiamo imparato a conoscere in questi anni. 

L'esibizione dei Wind Music Awards getta una luce molto forte sulle sue nuove consapevolezze, sulla capacità di saltare oltre l'ostacolo, di saper fare tante cose che prima non sapeva fare e che adesso può fare a occhi chiusi. Ha seminato tanto, ha voluto dimostrare tanto. Per tutte queste ragioni, adesso è venuto il momento di darci tanta musica in cui la si senta respirare serena.