Home MusicaGiovanni Allevi dedica “Back Home” alla sua città Ascoli Piceno

Giovanni Allevi dedica “Back Home” alla sua città Ascoli Piceno

Il brano farà parte dello spot tv realizzato da Twisterfilm per la città marchigiana. La composizione è già disponibile anche su tutte le piattaforme digitali.

Foto: Giovanni Allevi  - Credit: © Olycom

06 Ottobre 2020 | 13:10 di Antonella Silvestri

Il compositore e pianista Giovanni Allevi dedica il nuovo brano inedito “Back home” alla sua città natale Ascoli Piceno, una delle città medievali più belle d’Italia, già duramente colpita dal terremoto e dall’emergenza Covid. Il brano per pianoforte solosarà la colonna sonora del primo spot della città marchigiana, realizzato da Twisterfilm e pianificata da PubliOne sulle reti Rai e Discovery dal prossimo 4 Ottobre.

“In "Back home" ho voluto raccontare la dolcezza e l’incanto di tornare nella propria città, quel senso di familiarità che scalda il cuore appena si intravedono i colori e i paesaggi in cui si è cresciuti. Ho accettato con entusiasmo la richiesta di essere testimonial di questo progetto, ed ho voluto farlo in maniera totalmente gratuita per contribuire con la mia presenza e le mie note, alla rinascita della mia città» spiega il compositore. Il brano è disponibile anche su tutte le piattaforme digitali a questo link: https://giovanniallevi.lnk.to/BackHome.

Nello spot, girato in qualità cinematografica da Simone Valentini, il compositore ascolano, ispirato dalle bellezze della Città delle Cento Torri”, esegue una sua creazione originale al pianoforte mentre scorrono le immagini delle piazze e degli angoli più belli della città: dal Teatro Ventidio Basso, palcoscenico della performance del Maestro Allevi, alle opere d'arte della Pinacoteca Civica, passando per una serie di riprese che evocano la cultura e la storia millenaria della città picena, mostrandone la natura, le tradizioni e l'architettura.

Una "Sinfonia di bellezze" (così recita lo spot) dedicata ad una città che nel corso della storia ha visto transitare alcuni dei nomi più importanti della letteratura e dellarte. «Sin dal primo sopralluogo siamo stati rapiti dalla raffinatezza di Ascoli Piceno, con il suo intreccio di portici e logge, edifici storici e chiese dai tratti gotici ed eleganti in cui la fa da padrone il travertino: la luminosità che regala alla città ha dato un valore aggiunto al racconto che abbiamo fatto attraverso le immagini” dichiara Giovanni Amico, produttore di Twisterfilm. Queste, invece, le parole del regista Simone Valentini: «L’idea di un caledoscopio di suoni offerti dalla città è nata dopo una visita alla Chiesa di San Francesco, dove, nella facciata, un particolare colonnato simile a canne dorgano, risuona battendoci le mani, secondo una usanza popolare ormai secolare».