Home MusicaGuida all’Eurovision 2019: noi tifiamo per Mahmood

Guida all’Eurovision 2019: noi tifiamo per Mahmood

È arrivata l’ora del 64° Eurovision Song Contest, la più grande gara canora internazionale, vista da quasi 200 milioni di spettatori. Ecco quali sono i Paesi più agguerriti nella grande finale di Tel Aviv

Foto: Mahmood rappresenterà l'Italia all'Eurovision Song Contest 2019

14 Maggio 2019 | 09:05 di Francesco Chignola

Ogni anno, per una notte, il cuore di mezzo mondo batte al ritmo del pop. È arrivata l’ora del 64° Eurovision Song Contest, la più grande gara canora internazionale, vista da quasi 200 milioni di spettatori.

• La storia dell'Eurovision Song Contest

Dopo le semifinali del 14 e 16 maggio, trasmesse da Rai 4, la finalissima andrà in onda in diretta sabato 18 in prima serata su Raiuno.

Sono 41 i Paesi che si contendono il primo posto (e così la possibilità di ospitare la prossima edizione) ma in finale ne vedremo solo 26: ai 20 passati indenni dalle semifinali si uniranno i “Big five” (come da tradizione saltano le eliminatorie Francia, Germania, Italia, Spagna e Regno Unito) e il Paese ospitante, Israele.

Dopo il trionfo di Netta nel 2018, infatti, l’Eurovision si terrà all’Expo di Tel Aviv. Pur trovandosi in Asia, Israele partecipa all’evento fin dal 1973 perché la sua tv pubblica (la Iba) fa parte dell’Unione europea di radiodiffusione.

Mahmood, vincitore di Sanremo, rappresenterà l’Italia e secondo gli esperti è uno dei favoriti. Non vinciamo dal 1990, anche se nell’ultimo decennio siamo saliti sul podio due volte.

Qui sotto vi sveliamo chi saranno i suoi concorrenti più agguerriti. Come sempre ce n’è per tutti i gusti, dalle ballate strappalacrime alla dance più sfacciata, tra sonorità elettroniche e arabeggianti, con diverse sorprese da tenere d’occhio (attenti a Malta e all’Azerbaigian). E c’è anche qualche bizzarria, come la trasgressiva band techno-metal dell’Islanda.

La festa della musica europea sta per iniziare. E siete tutti invitati.