Home MusicaLitfiba, il concerto a Milano e il tributo a Pino Daniele

Litfiba, il concerto a Milano e il tributo a Pino Daniele

Tetralogia degli Elementi Tour: le foto e il racconto della prima data a Milano. Piero Pelù ha regalato emozioni con la cover di Pino Daniele "Je So’ Pazzo"

 - Credit: © Corbis

23 Aprile 2015 | 14:57 di Vanni Paleari

23 aprile 2015: nel boom del ritorno ai novanta, l’apoteosi del rock italiano si chiama Litfiba. Piero Pelù e Ghigo Renzulli sono approdati all’Alcatraz di Milano con un carico di fuoco, terra, aria e acqua, raccolto direttamente tra il 1990 e il 1997. 

Il Tetralogia degli Elementi Tour spara sul pubblico quattro album (El Diablo, Terremoto, Spirito e Mondi Sommersi) presi dal fondo di una macchina del tempo che non ha bisogno di modernizzare pezzi ancora più che attuali. L'Alcatraz pieno è uno "spettacolo" già quando questo "deve ancora cominciare" ed è pronto a "fare festa fino al mattino".

Quando Pelù, al grido di ?ora e sempre resistenza?, fa partire le danze e la band attacca con Resisti, si capisce che saranno due ore di grinta e sudore. Il frontman, gilet e cuore sulla maglia, è carico e ha voglia di far sentire che la musica deve essere anche impegno sociale. Lega pezzi scritti un ventennio fa a fatti dei giorni nostri: il Terremoto che si sta trascinando Expo 2015, l'agonia delle vittime del Mediterraneo (cui l'Alcatraz dedica un toccante minuto di silenzio) in Africa, la mancanza d'acqua di Woda Woda nella giornata mondiale dedicata al pianeta Terra e Ragazzo dedicata a Cucchi, Magherini e ai fatti della Diaz. Suggestivo anche il tributo a Pino Daniele con la cover di Je So' Pazzo in medley con Sotto il Vulcano. Vi mostriamo qua sotto una testimonianza della cover, eseguita qualche sera prima al concerto di Firenze.

Soprattutto, però, c'è tanta musica rock allo stato puro. In scaletta c'è il giusto mix di tante perle rare poco proposte live in passato e qualche immancabile inno, come Lo Spettacolo, Spirito, El Diablo e Regina di Cuori. I riff di Ghigo e l'energia di Pelù scaldano l'atmosfera. Tanto che lo stesso frontman si preoccupa per i suoi ?ragazzacci? sotto al palco, chiedendo alla crew del locale di ?accendere l'aria condizionata? e ?offrire un po' d'acqua alle prime file?.  

Il finale, dopo più di due ore di concerto e un paio di bis è lasciato alle note di Lacio Drom, accompagnata dalla solita divertente presentazione della band da parte di Pelù. La festa purtroppo non durerà fino al mattino ma i Litfiba ricordano che il giorno dopo si replica, sempre all'Alcatraz. E ovviamente ci sarà ancora da divertirsi.