Luigi Strangis: «Ad “Amici” ero timido, sul palco sono rock»

Il vincitore dell'ultima edizione del talent show, ci presenta il suo album "Voglio la gonna"

20 Ottobre 2022 alle 08:21

Dopo aver trionfato a maggio ad “Amici”, Luigi Strangis continua un percorso musicale decisamente unico. “Voglio la gonna”, il suo primo vero album, uscito venerdì 14 ottobre, riunisce le sue passioni: l’amore e il rock.

Eppure ci sembravi un tipo timido...
«In effetti ad “Amici” lo sono stato. Ho provato a lavorarci, ma non voglio costringermi a essere diverso. Però cambio volto quando suono».

Suoni la chitarra, il pianoforte, la batteria, le percussioni e il contrabbasso. Quanto c’è di tuo nel disco?
«Moltissimo nella musica, in fondo nasco proprio come musicista, è quello che amo fare ogni giorno».

E nei testi delle canzoni?
«Ho inciso anche brani che sono al 100% miei, ma mi faccio anche aiutare, qui più del solito. Però c’è un pezzo, “Tracce di te” che è tutto mio».

Perché l’album si intitola “Voglio la gonna”?
«È una provocazione, come la copertina del disco. Dobbiamo smettere di ragionare su ciò che è maschile e su ciò che è femminile».

C’è ancora molto da fare.
«Lo so, basti pensare a cosa è successo dopo l’esordio della prima donna arbitro di Serie A: sotto una lente d’ingrandimento e criticata ingiustamente».

Che cosa riserva il tuo futuro?
«Ho solo un pensiero fisso: i miei concerti».

Seguici