Home MusicaNewsAlessandra Amoroso: l’intervista prima dell’operazione

Alessandra Amoroso: l’intervista prima dell’operazione

Abbiamo avuto la possibilità di parlare con la cantante prima dell'intervento alla gola

Foto: Alessandra Amoroso  - Credit: © Olycom

04 Agosto 2015 | 10:31 di Alessandro Alicandri

L'intervista integrale, domani mercoledì 5 agosto, su Sorrisi.com.
Inseriremo anche qui il link alla lunga chiacchierata con lei.

«Non c'è nulla di cui preoccuparsi, sono tranquilla». Con queste parole Alessandra Amoroso ci aveva rivelato, durante una chiacchierata sui suoi prossimi impegni in America Latina, la necessità di un intervento alle corde vocali. «Sono due noduli per i quali avrei già dovuto operarmi, pensavo di poter restare in Messico ancora qualche giorno e invece devo tornare subito in Italia». E così è stato.

Sostenuta dall’affetto dei fan, Alessandra ha superato senza problemi l’intervento e poco dopo ha pubblicato sui social network una rassicurante foto scattata in ospedale. «Mi aspetta un periodo di silenzio e un altro dal foniatra per la riabilitazione» spiega a Sorrisi. «Dovrò rimandare alcuni progetti ma non importa perché come dice una mia canzone... “Starò meglio”».

Subisce dunque una battuta d’arresto il lancio di Alessandra nei Paesi sudamericani, iniziato con la presentazione della versione spagnola di «Urlo e non mi senti» («Grito y no me escuchas»), la canzone scritta per lei da Kekko dei Modà. Nel frattempo è già uscito un altro brano, «Me siento sola», un duetto inedito con Mario Domm, voce dei messicani Camila (band di cui lei aveva già inciso «Niente»). Il tutto in attesa di un album che raccoglierà i suoi più grandi successi.

In Italia Alessandra è appena tornata in radio con «A tre passi da te», brano inciso con  i salentini Boomdabash. «In aprile sono andata in Puglia per il compleanno di mamma e con tutta la famiglia abbiamo raggiunto in studio questi artisti che stimo da sempre. Il risultato è stato sorprendente». A giugno, invece, la Amoroso ha incontrato per la prima volta Papa Francesco. «Non era previsto che lo potessi salutare dopo aver cantato per lui» racconta. «Mi ha detto ‘‘Che bella voce che hai’’. Non potevo essere più emozionata e mi sono sciolta in lacrime. In quel momento, ai suoi occhi, ero semplicemente Alessandra».