Home MusicaNews“Black Cat” di Zucchero conquista il Platino

“Black Cat” di Zucchero conquista il Platino

Prime 50mila copie vendute per il nuovo album d'inediti di "Sugar" Fornaciari

Foto: Zucchero

06 Agosto 2016 | 18:31 di Angelo De Marinis

?Black Cat?, l'ultimo album di inediti di Zucchero, tra i maggiori interpreti del blues in Italia, conquista il platino. Il disco prodotto da tre "monumenti" viventi - T Bone Burnett (Elvis Costello, Elton John, Tony Bennett), Brendan O'Brien (Bruce Springsteen, Pearl Jam, Bob Dylan) e Don Was (The Rolling Stones, Iggy Pop, Bob Dylan) - è composto da 13 brani.

A "Black Cat" collabora anche Bono, che in seguito alla tragedia avvenuta al Bataclan di Parigi ha scritto con Zucchero il brano ?Streets Of Surrender (S.O.S.)?, Mark Knopfler alla chitarra (suona nello stesso brano e in ?Ci si arrende?) e vede anche il contributo artistico del grande Elvis Costello che ha scritto la versione inglese del brano "Love Again", dal titolo "Turn the world down".

Dal 16 settembre, ?Black Cat? verrà presentato live da Zucchero con 11 concerti all'Arena di Verona, per poi proseguire con un tour che impegnerà l'artista in tutto il mondo. Durante gli undici appuntamenti live, la città di Verona si trasformerà nella ?città di Zucchero? grazie anche a le tante iniziative collaterali. Per esempio verrà allestita nei pressi dell'Arena una mostra dedicata a Zucchero che celebra, attraverso immagini e parole, una tra le carriere più importanti della musica italiana e non solo. Un'occasione per rivivere le numerose tappe e i momenti di successo degli oltre trent'anni di attività del bluesman italiano, dagli esordi fino ai riconoscimenti internazionali.

Zucchero "Sugar" Fornaciari (all'anagrafe Adelmo Fornaciari) nella sua carriera ha venduto oltre 60 milioni di dischi, di cui 8 milioni con l'album ?Oro, incenso & birra?. E' stato il primo artista occidentale a essersi esibito al Cremlino dopo la caduta del muro di Berlino e ha partecipare al Festival di Woodstock nel 1994, al Freddie Mercury Tribute nel 1992 e a tutti gli eventi del 46664 per Nelson Mandela.

La sua musica si è affermata al di fuori dei nostri confini nazionali grazie anche alle numerose collaborazioni con artisti internazionali del calibro di Bryan Adams, The Blues Brothers, Bono, Jeff Beck, Ray Charles, Eric Clapton, Joe Cocker, Elvis Costello, Miles Davis, Peter Gabriel, John Lee Hooker, B.B. King, Mark Knopfler, Brian May, Luciano Pavarotti, Iggy Pop, Alejandro Sanz, Sting e tanti, tanti altri.