Home MusicaNewsBob Dylan scrive un discorso per il Nobel, ma non andrà a Stoccolma

Bob Dylan scrive un discorso per il Nobel, ma non andrà a Stoccolma

Al suo posto ci sarà Patti Smith che canterà “A hard rain’s a-gonna fall”

Foto: Bob Dylan in concerto all'Arena di Verona nel 1984  - Credit: © SplashNews

05 Dicembre 2016 | 21:36 di Lorenzo Di Palma

Ha scritto un discorso per la sera della premiazione dei Nobel, ma no, Bob Dylan non ha cambiato i suoi programmi per andare a ritirarlo. Il discorso lo leggerà qualcun altro, forse Patti Smith, che è stata invitata alla cerimonia per cantare una delle canzoni più famose di Dylan: ?A hard rain's a-gonna fall?.

L'annuncio del discorso scritto da Dylan arriva direttamente dall'Accademia di Svezia che gli ha assegnato il Nobel per la Letteratura per il 2016, in quello che sembra un buffo tentativo di smorzare le polemiche seguite alla dichiarazione del musicista americano che annunciava di non poter essere presenta la sera del 10 dicembre a Stoccolma per la cerimonia di gala e di consegna dei premi: ?Il premio per la letteratura di quest'anno, Bob Dylan, non parteciperà alla settimana del Nobel, ma ha inviato un discorso che verrà letto al banchetto? recita il comunicato della fondazione dei Nobel.

Comunque, se vorrà ricevere il premio in denaro che accompagna il Nobel - circa 900mila euro - il discorso scritto non esenta Dylan dal tradizionale discorso di accettazione del premio e da una lezione da tenere a sua scelta nel luogo che preferisce.

A 75 anni, Bob Dylan è il primo cantautore ha ottenere il prestigioso riconoscimento, con una decisione che ha sorpreso gli ambienti letterari. Ma questa idea del discorso scritto è solo l'ultimo atto della serie ?lo strano rapporto di Dylan con il Nobel?.

Infatti, il giorno dell'assegnazione, lo scorso 13 ottobre, Dylan ha suonato in un concerto a Las Vegas senza accennare minimamente alla questione. Cosa che ha continuato a fare fino al termine di ottobre, quando in un'intervista al Daily Telegraph, ha detto di essere felice del premio (si era già sparsa la voce che lo avrebbe rifiutato) e che avrebbe partecipato alla cerimonia di consegna ?per quanto mi sarà possibile?. Poi però, il 16 novembre, in una lettera all'Accademia svedese, ha annunciato che non poteva a causa di "altri impegni".

Secondo l'Accademia svedese ci sono ?forti probabilità che il laureato venga a Stoccolma l'anno prossimo? e ne approfitti per fare il discorso d'accettazione e la famosa ?lezione?.