Home MusicaNewsBruno Mars trionfa ai Grammy Awards 2018: tutti i vincitori

Bruno Mars trionfa ai Grammy Awards 2018: tutti i vincitori

Il cantante R&B si è portato a casa sei statuette su sei nomination. Lo segue il rapper Kendrick Lamar con cinque premi su sette candidature

29 Gennaio 2018 | 15:00 di Giulia Ausani

Era candidato in sei categorie e si è portato a casa sei statuette: Bruno Mars è stato il re della sessantesima edizione dei Grammy Awards, tenutasi domenica sera al Madison Square Garden di New York. Il cantante statunitense si è aggiudicato la famosa tripletta di premi più ambiti: album dell’anno per 24K Magic, canzone dell’anno (“That’s what I like”) e registrazione dell’anno. Nessun premio per uno dei grandi favoriti, Jay-Z, candidato in otto categorie.

In seconda posizione per numero di premi vinti c’è il rapper Kendrick Lamar, con cinque grammofoni d’oro - tra cui quello per miglior album rap (Damn) e miglior canzone rap (“Humble”) - su sette nomination.

Nella categoria pop ha trionfato Ed Sheeran, che si è aggiudicato il Grammy per miglior album pop (Divide) e quello per la miglior performance pop da solista con “Shape of you”. Miglior canzone rock per i Foo Fighters e la loro “Run”. Ha invece vinto il premio per miglior performance rock Leonard Cohen, scomparso a novembre 2016, con la sua “You want it darker”. Annunciato poco prima della cerimonia un altro Grammy postumo: quello a Carrie Fisher, l’indimenticabile e indimenticata Principessa Leia di «Star Wars», premiata con un Grammy al miglior album parlato per il suo audiolibro, «The princess diarist» («I diari della principessa»).

Durante la serata è stata premiata una sola donna: Alessia Cara, classe 1996, nominata miglior artista esordiente. Ciò nonostante, è stata un’edizione molto politica già a partire dagli outfit della serata: gli artisti presenti hanno sfilato sul red carpet sfoggiando una rosa bianca come simbolo di solidarietà per il movimento Time’s Up contro gli abusi sul luogo di lavoro. Tra le migliori esibizioni della serata è da ricordare quella di Kesha, che ha cantato la sua “Praying” con Cindy Lauper e altre artiste.

È stato il comico e presentatore James Corden a condurre la cerimonia, così come aveva già fatto lo scorso anno. Sul palco si sono susseguiti diversi artisti, da Elton John in duetto con Miley Cyrus a Luis Fonsi che con Daddy ha cantato “Despacito” (candidata come canzone dell’anno). E ancora Sting con “An Englishman in New York”, gli U2 e Lady Gaga, che ha cantato “Million Reasons” dedicandola alla zia scomparsa.

Di seguito, i vincitori delle categorie più importanti.