Home MusicaNewsClementino: dal freestyle a Sanremo, la sua storia

Clementino: dal freestyle a Sanremo, la sua storia

Biografia e carriera del rapper, dagli anni novanta alle collaborazioni con Rocco Hunt, Fabri Fibra, Club Dogo, fino al palco dell'Ariston

23 Giugno 2016 | 11:30 di Valentina Cesarini

Clementino, il rapper napoletano che alla 66° edizione del Festival di Sanremo ha presentato la canzone «Quando sono lontano», si è fatto conoscere da un pubblico più ampio grazie ad una capacità rara di improvvisazione in rima (freestyle) e a un carisma innato che gli consente di farsi amare anche da chi non è appassionato del mondo del rap e dell'hip hop (o che non lo è ancora, ndr). La sua reinterpretazione sanremese di Don Raffaè, commovente pezzo di Fabrizio De Andrè, ha suscitato una partecipazione emotiva intensa nel pubblico. Recentemente, il collega francese Maître Gims, che aveva già espresso interesse nei confronti dei due italiani Clementino e Fedez, incontrandolo durante i giorni del Festival ha dichiarato: «Mi è sembrato un tipo in gamba. Non escludo una collaborazione con lui».

Video: l'incontro tra Maitre Gims e Clementino nella redazione di Sorrisi

Il video di «Quando sono lontano», a una settimana dalla pubblicazione, conta già quasi due milioni di visualizzazioni. Oltre ai "numeri" alti sul web e alla partecipazione sanremese, la storia di Clementino è segnata dagli incontri con i suoi miti Maradona e Pino Daniele, dalle numerose collaborazioni con colleghi rapper (Rocco Hunt, Marracash, Club Dogo, Fabri Fibra, solo per citarne alcuni) e dal sodalizio con l'attore e regista Alessandro Siani, con il quale firma il brano «Cos Cos Cos».