Home MusicaNewsTanti auguri a Eros Ramazzotti, la carriera e le foto

Tanti auguri a Eros Ramazzotti, la carriera e le foto

Il cantante romano compie 52 anni: lo festeggiamo ricordando le tappe più importanti della sua storia musicale.

Foto: Eros Ramazzotti live  - Credit: © Corbis

28 Ottobre 2015 | 09:00 di Giulia Ciavarelli

Ci sono degli artisti che legano i ricordi alla loro musica, li avvolgono e li custodiscono gelosamente per tanti anni. Questo succede con Eros Ramazzotti: nel 1994 lo accoglie il palco di Sanremo tra le nuove proposte e trova la Terra promessa nel pubblico, perché le sue canzoni colpiscono dritte al cuore, regalando testi diretti con atmosfere sofisticate ed efficaci. Senza troppi virtuosismi, Eros regala le emozioni con semplicità e passione; con il suo timbro così riconoscibile e i brani dal respiro internazionale, è l'artista italiano più conosciuto nel mondo.

L'Eros World Tour 2015 segna il ritorno live del cantante: tra i classici di sempre e i nuovi brani tratti dall'ultimo album Perfetto,  Eros porta le atmosfere italiane in giro per il mondo con ben 32 nuovi concerti in 14 paesi diversi. Il ragazzo nato e cresciuto ai bordi della periferia romana oggi compie 52 anni. Per festeggiare  abbiamo provato a dividere la sua lunga storia musicale (più di 30 anni di carriera): dall'esordio sanremese ai dischi internazionali passando per i duetti e il presente "Perfetto".

La Terra Promessa

Quella di Ramazzotti è una gavetta senza talent: il sogno della musica lo coltiva nel suo quartiere attraverso lezioni di pianoforte e chitarra, per poi arrivare ai concorsi musicali. Nel 1981 partecipa al Festival di Castrocaro con Rock 80 ma sono i Festival di Sanremo che lo proiettano ai vertici delle classifiche italiane. Nel 1984 gareggia con Terra Promessa, entra nei big con Una storia importante nel 1985 e ottiene il primo posto nel 1986 con l'emozionante Adesso.

La consacrazione internazionale

E' il momento della crescita artistica di Eros: a 24 anni pubblica In certi momenti, terzo album che traduce anche in spagnolo e nel 1988 propone una  title-track dal titolo Musica è. Ma è il 1990 l'anno della svolta: pubblicato in 15 paesi, In ogni senso è l'album della conquista internazionale che lo porta ad esibirsi al Radio City Music Hall di New York come unico artista italiano. Tra il pop e arrangiamenti rock è Tutte le storie del 1993 con il quale gira quindici paesi latino-americani per concerti dal vivo; il disco vende 6 milioni di copie e conquista le classifiche europee.

I duetti

Tra Greatest Hits, brani inediti e rivisitazioni live, Eros Ramazzotti si accompagna spesso a star italiane ed internazionali. Da Biagio Antonacci al trio con Jovanotti e Pino Daniele fino a Luciano Pavarotti, Andrea Bocelli, Gianni Morandi e Max Pezzali: il cantante romano duetta e scrive per artisti italiani, il connubio è un successo garantito. Numerose sono le collaborazioni con gli artisti stranieri tra cui Anastacia, Nicole Scherzinger, Ricky Martin, Joe Cocker, Tina Turner, Cher e Andy Garcia.

Il presente di Eros

Il concetto di Noi predomina in un disco (pubblicato nel dicembre del 2012) dalle atmosfere inglesi: all'interno, ballate romantiche che incorniciano il suono della sua voce e quell'emozione rock che sa trasmettere attraverso i testi. Il Noi si trasforma in amore puro e diventa Perfetto, l'ultimo album uscito nel maggio 2015. Una raccolta di emozioni, pensieri, dubbi e sfumature, un viaggio all'interno dei molteplici lati dell'amore.

Ora Eros è in giro con un doppio tour: la prima parte, quella italiana, si concluderà il 7 novembre a Torino mentre da febbraio affronterà concerti internazionali, tra cui Barcellona, Madrid, Marsiglia, Mosca, Lussemburgo, Monaco, Yerevan. Roma, Milano e Torino saranno il bis italiano della seconda parte del suo giro musicale nel mondo. "L'emozione per sempre" di Eros continua.

Eros World Tour 2016, le date italiane

7 novembre - Pala Alpitour, Torino
27/28 febbraio - Palasport, Acireale
1 marzo - Palasele, Eboli
3/4 marzo - Palalottomatica, Roma
6 marzo - Pala Alpitour, Torino
7 marzo - Forum di Assago, Milano