Home MusicaNewsDai Boyzone a Let Me Love You: il ritorno di Ronan Keating

Dai Boyzone a Let Me Love You: il ritorno di Ronan Keating

Esce il 15 gennaio "Time of my life", il singolo che anticipa la nuova uscita discografica dell'artista irlandese. Ecco la carriera e le foto

Foto: Ronan Keating live  - Credit: © Corbis

15 Gennaio 2016 | 9:35 di Giulia Ciavarelli

Quella di Ronan Keating è una carriera composta da diversi capitoli musicali: da membro dei Boyzone, “risposta” irlandese ai Take That al travolgente successo di When You Say Nothing at All, brano simbolo dell'artista e punto di partenza del percorso da solista fino ai ruoli di giudice ad X Factor e il ritorno musicale del 2016 con Time of my Life. In occasione dell'uscita del singolo Let Me Love You, ecco il riassunto della brillante carriera di Ronan Keating.

Gli esordi con i Boyzone

La carriera di Ronan Keating ha inizio da un semplice provino: per creare “l'alternativa” ai tanto amati Take That, tramite audizioni si cercavano cinque ragazzi che potessero creare una boyband di successo. Nel 1993, entrano a far parte del mercato discografico i Boyzone, formati dallo stesso Keating con Mikey GrahamStephen Gately, Keith Duffy e Shane Lynch. Dall'anno della formazione fino al 1998, la band pubblica tre album e realizza 17 singoli che vengono poi riuniti nella compilation By Request nel 1999; la maggior parte dei brani riescono ad ottenere ottimi risultati in termini di classifiche e vendite.

Il percorso da solista

Il 1999 è l'anno della svolta per il cantante irlandese: mentre i Boyzone si prendono una pausa, l'esordio da solista con il primo singolo “When You Say Nothing at All” ottiene un riscontro travolgente da pubblico e critica. Oltre a raggiungere le prime posizioni delle classifiche del Regno Unito, il brano diviene la colonna sonora dell'affascinante storia tra Julia Roberts e Hugh Grant nel pluripremiato Notting Hill (1999). Il successo lo porta ad abbandonare la band per realizzare progetti da solista: nel 2000 pubblica il fortunato Ronan, album d'esordio che vede la collaborazione anche di Bryan Adams, Barry Gibb (Bee Gees) e Gregg Alexander.

La reunion con la band

Dopo aver realizzato altri quattro dischi, la strada musicale di Keating si intreccia di nuovo con i componenti della Boyzone che nel 2007 partecipano all'evento di beneficenza della Bbc e l'anno successivo intraprendono un tour di quasi 30 date, di nuovo tutti insieme. Alla tragica scomparsa del componente Stephen Gately, segue il disco Brother nel 2010 e altri due progetti con la band (e relative tournée) che vengono sempre affiancati dal percorso da solista.

Le attività oltre la musica

Alla carriera musicale, Ronan Keating accosta quella da presentatore in numerosi eventi musicali e da giudice nel talent australiano X Factor che, dopo cinque stagioni, ha abbandonato quest'anno per dedicarsi completamente alla musica. Non solo: nel novembre 2014, l'artista irlandese entra a far parte del cast della produzione londinese Once ed interpreta il personaggio di Guy, ricevendo numerose recensioni positive da parte della critica.

Il ritorno con Time of My Life

Vent'anni ai vertici delle classifiche con vendite che sfiorano i 20 milioni di album, Ronan Keating è pronto per tornare con il decimo lavoro da solista Time of my Life, in uscita il 12 febbraio 2016. Un capitolo totalmente nuovo ed inedito, composto da brani cantautorali e profondi, dai tratti autobiografici e crudi che riflettono la ritrovata serenità nella sua vita. Anticipato dl singolo Let Me Love You (disponibile dal 15 gennaio), lo stesso Keating descrive così il nuovo progetto: «Negli ultimi anni ho intrapreso un viaggio incredibile ed è stata la cosa migliore che mi sia potuta capitare perché ora sono finalmente felice, a mio agio nella mia pelle. Questo album riflette davvero chi sono oggi e la musica che voglio fare. C'è voluto un anno per scriverlo, ma in questo periodo ho tirato fuori la mia parte più autentica».