Home MusicaNewsEd Sheeran: la popstar che sembra uno di noi

19 Gennaio 2018 | 15:46

Ed Sheeran: la popstar che sembra uno di noi

È stato il numero uno del 2017 nel mondo grazie alle sue canzoni... «perfect». Ecco tutto su di lui

 di Francesco Chignola

Foto: Ed Sheeran ai BRIT Awards 2017
Credit: © Getty Images

Il 2017 è stato l’anno di Ed Sheeran. Il suo terzo album «÷» (si legge «Divide», come il segno matematico della divisione) non ha avuto rivali in tutto il mondo. Nemmeno in Italia, dove è stato il più venduto dell’anno. Come se non bastasse tutti i suoi singoli sono diventati delle hit (in particolare «Shape of you», Disco di diamante in Italia) e nelle ultime settimane, con «Perfect», ha conquistato pure il Natale. Tutto ciò, badate bene, lo ha realizzato un ragazzo di 26 anni che non ha davvero l’aspetto di una superstar, né tantomeno l’atteggiamento. Anzi, la sua affabilità è uno dei motivi che ne ha determinato il successo: Ed sembra un ragazzo come tanti altri. Ma non si diventa la popstar numero uno al mondo senza un talento fuori dal comune.

Un talento davvero precoce

Foto: Il piccolo Ed al pianoforte

Edward Sheeran nasce il 17 febbraio 1991 ad Halifax, nel nord dell’Inghilterra, ma vive gran parte della sua infanzia nel Suffolk (nel sud-est del Paese). I suoi genitori si occupano di arte e spettacolo con una piccola società di consulenza, ed è la musica il campo in cui il piccolo Ed si distingue subito. A 4 anni entra nel coro della sua chiesa, poco dopo impara a suonare la chitarra e a scrivere canzoni: a 13 anni ha già inciso una raccolta. Insegue il suo sogno e brucia le tappe: a soli 17 anni si trasferisce a Londra e comincia a farsi notare, suonando nei locali della città ma soprattutto grazie a YouTube. Tra i primi fan dei suoi video c’è anche Sir Elton John.

L’anno che gli cambia la vita

Foto: Ed Sheeran con Taylor Swift

La svolta arriva nel 2011: il singolo «The A Team» sale sul podio in patria e l’album «+» (si legge «Plus») nel giro di pochi mesi lo trasforma in una star dei teenager. È il suo primo vero album dopo due piccoli dischi autoprodotti, oggi considerati rarità, grazie alla società dei genitori. Ma lo aiutano nell’impresa anche i brani scritti per i One Direction e per Taylor Swift, con cui stringe una amicizia diventata leggendaria. La consacrazione arriva nel 2014 con il secondo album «X» («Multiply») e il successo stratosferico dei brani «Sing» e «Thinking out loud». Una cosa è ormai chiara: Sheeran non è una meteora adolescenziale, ma un cantautore sensibile e brillante. E dall’enorme fiuto commerciale.

L’incontro con il grande Bocelli

Foto: Ed Sheeran con Andrea Bocelli

L’ultimo singolo di Sheeran è «Perfect», una ballata romantica dedicata alla sua invidiatissima fidanzata (vedi a destra), finita al primo posto in una ventina di Paesi. Sheeran ha realizzato il brano in diverse versioni, duettando prima con Beyoncé e poi con Andrea Bocelli in una trascinante versione orchestrale. L’incontro tra i due, fortemente voluto da Sheeran (grande fan del tenore), avviene in Toscana, nella tenuta di Bocelli, dove viene inciso il brano. E lo stesso Sheeran ha voluto cantarlo anche in italiano.

Ora ha casa in Italia

Happy new year everyone x

A post shared by Ed Sheeran (@teddysphotos) on

Il cantante ha un rapporto speciale con l’Italia, dove si è esibito più volte in concerto e in tv (memorabile la sua partecipazione a «Che tempo che fa»), che l’ha spinto a comprare un casolare a Paciano, splendido borgo in provincia di Perugia. È proprio in Umbria che Sheeran ha passato il Capodanno e chi l’ha incontrato parla solo della sua gentilezza e disponibilità. Noi di Sorrisi, che l’abbiamo conosciuto a Sanremo tre anni fa, possiamo confermarlo. E speriamo che il nostro Paese gli porti fortuna per un 2018 altrettanto straordinario.

Perfect è nata così: ballando sul prato

«Perfect» è una delle canzoni più amate degli ultimi mesi, in Italia e nel mondo. È una ballata spudoratamente romantica che Sheeran ha scritto per la fidanzata Cherry Seaborn, sua amica fin dai tempi della scuola con cui fa coppia fissa da ormai due anni e mezzo. La canzone è nata a Ibiza, a casa di un grande amico di Sheeran, il cantautore James Blunt, mentre danzava con Cherry sul prato, prima dell’alba. Il ritornello recita proprio così: «Sto ballando nel buio tenendoti tra le braccia, a piedi nudi sull’erba, ascoltando la nostra canzone preferita». Sheeran ha svelato poi che la canzone in questione era «March Madness» del rapper Future, e che «Perfect» è stata scritta, di getto, poche ore dopo. 

Tre album da record

+ (2011)
Il suo primo vero album lo ha lanciato. E ha venduto circa 4 milioni di copie nel mondo.

X (2014)
Sono circa 14 milioni le copie vendute del secondo disco. In Italia è doppio Platino.

÷ (2017)
Triplo Platino da noi per il terzo album. Ha già venduto circa 10 milioni di copie.