Gaetano Curreri in terapia intensiva dopo un malore sul palco

Il leader degli Stadio si è sentito male durante un concerto a San Benedetto del Tronto ed è ricoverato in ospedale ad Ascoli

Gaetano Curreri degli Stadio
31 Luglio 2021 alle 10:12

È stato ricoverato in terapia intensiva all'ospedale Mazzone di Ascoli Piceno, Gaetano Curreri, il cantante e leader degli Stadio, che si è sentito male sul palco, durante un concerto a San Benedetto del Tronto, ennesima tappa del tour iniziato lo scorso 24 luglio.

La notizia del malore e del relativo ricovero è stata diffusa dagli stessi Stadio, in particolare il chitarrista Andrea Fornili e il bassista Roberto Drovandi, con un post sul profilo Facebook ufficiale della band che recita: «Gaetano ha avuto un malore, in questo momento è in terapia intensiva ed è stabile. Domani appena avremo notizie più precise vi terremo informati su questa pagina», hanno scritto questa notte i colleghi.

Più tradi, poi, gli Stadio con un altro messaggio hanno tranquilizzato i fan scrivendo: «Siamo veramente felici di comunicarvi che Gaetano ha superato brillantemente l’infarto e adesso sta bene. L’abbiamo sentito via telefono e ringrazia tutti per l’affetto e le belle parole spese per lui. Ci uniamo anche noi ai suoi ringraziamenti che condividiamo pienamente, in queste ore difficili il vostro supporto ci ha aiutato tanto, vi teniamo aggiornati. Grazie ancora».

In passato Curreri aveva sofferto di problemi cardiaci. Nel 2003 era stato infatti colpito da un ictus, mentre si trovava ad Acireale, mentre nel 2019 ebbe un nuovo malore, ma per fortuna senza conseguenze serie.

Ieri sera (venerdì 30 luglio), il leader degli Stadio, 69 anni, si trovava ieri sera sul palco di piazza Piacentini assieme al Solis String Quartet per la rassegna “Nel cuore, nell’anima”. Attorno alle 23, mentre stava per accingersi a cantare Piazza Grande di Lucio Dalla, Curreri ha accusato un malore, non è più riuscito a leggere il testo della canzone e si è accasciato, sostenuto da amici e musicisti. Subito soccorso da alcuni medici presenti sul posto è stato poi trasportato in ambulanza in ospedale.

Seguici