Home MusicaNewsLa mania dei Pokémon tocca anche Beyoncé e Rihanna

La mania dei Pokémon tocca anche Beyoncé e Rihanna

Attenzione, giocatori incalliti di Pokémon GO: la vostra mania potrebbe far arrabbiare qualcuno

25 Luglio 2016 | 10:34 di Valentina Cesarini

Mania collettiva o legittimo divertimento? Il dilemma si fa sempre più presente. Quella di Pokémon GO è di sicuro la novità estiva più controversa del 2016: cosa succede, per esempio, quando compare un Pokémon considerato raro e una folla di persone si ritrova nello stesso luogo per cercare di catturarlo, con lo sguardo fisso sul display del proprio telefono? Potete schiarirvi le idee leggendo questo articolo: Pokémon GO, 10 cose da sapere.

Uno degli ultimi, incredibili, momenti di follia legati a questo videogioco è capitato durante uno degli show del Formation World Tour di Beyoncé.

Beyoncé: i look e i momenti migliori del concerto

Un fan che si trovava proprio vicino alla passerella del palco dove la cantante sfilava più e più volte durante il concerto, si è accorto che una ragazza di fronte a lui stava giocando a Pokémon GO, pur avendo Bey a pochi metri di distanza da lei. Ecco il video, accompagnato da una didascalia molto divertente: «È fortunata a non essere stata vista da Solange (la sorella di Beyoncé, nota per il carattere fumantino, ndr). PS: io non mi laverò più (per essere riuscito a toccare la mano alla cantante, ndr).»

She's lucky Solange never saw her. Side note I'm never showering again.

Un video pubblicato da Anand Desai-Barochia (@ananddb) in data:

Il video ha raggiunto in poco tempo migliaia di visualizzazioni e di commenti inferociti. 

In questo tweet invece, assistiamo a uno degli ultimi show (in Francia) dell'Anti World Tour di Rihanna: la cantante chiede esplicitamente ai propri fan di non distrarsi durante il suo concerto.

Rihanna in concerto a Milano: tweet, foto e video

«Non voglio vedervi scrivere messaggi ai vostri fidanzati e alle vostre fidanzate. E non voglio vedervi catturare Pokémon qui!».
Insomma, divertirsi è lecito: ma quand'è che l'aspetto ludico del gioco virtuale influisce negativamente sulla vita reale?