Home MusicaNewsMEI 2018 a Faenza, tre giorni dedicati alla musica indipendente

MEI 2018 a Faenza, tre giorni dedicati alla musica indipendente

Concerti, mostre e convegni: dal 28 al 29 settembre torna la manifestazione diretta da Giuliano Sangiorgi

Foto: MEI  - Credit: © Ufficio stampa

27 Settembre 2018 | 13:57 di Giulia Ciavarelli

A Faenza, dal 28 al 29 settembre, va in scena il MEI - Meeting delle Etichette Indipendenti ovvero la più importante manifestazione dedicata alla nuova scena musicale indipendente italiana e ai suoi inevitabili mutamenti. Fondato e diretto da Giordano Sangiorgi, da quasi 25 anni è il punto di riferimento dell’ambiente musicale emergente italiano e nella sua lunga storia ha lanciato artisti come Afterhours, Subsonica, Bluvertigo e Pitura Freska.

Anche nel 2018, il MEI trasformerà Faenza (Ravenna) in un luogo di creatività e incontro: tre giorni di concerti, presentazioni musicali e letterarie, convegni e mostre, oltre a una parte espositiva rivolta agli operatori della filiera musicale con l’obiettivo di sostenere la crescita e la diffusione di una cultura musicale indie ed emergente.

Tra gli artisti premiati in questa edizione ci sono The Zen Circus (“Premio PIMI 2018” riservato all’artista indipendente dell’anno), Lacuina Coil (“Premio Speciale MEI” per i loro 20 anni di carriera), Edoardo Bennato (“Premio Radio Rai Live”),Colapesce (“Premio PIVI – Miglior Videoclip Indipendente” per “Maometto a Milano”), Colombe (“Premio Miglior Artista Giovane Indipendente dell’anno”) e tanti altri. Non mancheranno nemmeno i live show, che andranno in scena durante la speciale notte Bianca e tra i grandi nomi che suoneranno sui palchi della città ci saranno The Zen Circus, Rezopohonic feat. Lacuna Coil Edoardo Bennato.

Per maggiori informazioni è online il sito ufficiale del MEI.

IL PROGRAMMA

Il 28 settembre si svolgerà l’anteprima della rassegna dedicata al periodo storico del ’68 con i convegni «Cultura e Musiche del ’68, 50 anni dopo» e «1968, 50 anni dopo tra le arti e le musiche», oltre alla mostra «Alle radici della musica indipendente: i Manifesti dei Complessi Beat della Romagna degli Anni ‘60» a cura di Gianni Siroli. Sarà presentato, inoltre, in anteprima «Infinito 200», album antologico che ricorda il bicentenario del capolavoro leopardiano, con ospite il cantautore Edoardo De Angelis e si terrà il Festival «Anatomia femminile» a cura del giornalista Michele Monina, in omaggio al cantautorato femminile.

Il 29 settembre, invece, la giornata sarà dedicata alle premiazioni, alle esibizioni degli artisti presenti al MEI2018, ai workshop e ad importanti anteprime, come quella del libro dedicato a Liberato a cura di Gianni Valentino. Si terrà, anche, la finale del Premio dei Premi, il riconoscimento assegnato ad uno dei vincitori dei dieci premi dedicati ai celebri cantautori scomparsi; la premiazione dei vincitori del contest «Non sono solo canzonette»; la consegna della Targa Mei Musicletter a Kalporz (Miglior Sito Web), Reverendo Lys di Franco Dimauro (Miglior Blog Personale) e Umbria Jazz (Premio Speciale Miglior Festival Musicale Italiano); la finale del Mei Superstage con le esibizioni di Valeria Crescenzi, Deadline-induced Panic e Riccardo Gileno.

Il programma del MEI di sabato sarà arricchito dalla speciale Notte Bianca che vedrà contemporaneamente sui palchi di Piazza del Popolo, Teatro Masini, Piazza Martiri della Libertà e non solo, le esibizioni di artisti come The Zen Circus, Rezopohonic feat. Lacuna Coil, Edoardo Bennato, Ritmo Tribale, Colombre, Mezzosangue, Ermanno Mauro Giovanardi, Roberto Angelini & Rodrigo D’Erasmo, Ketama126, Lorenzo Kruger dei Nobraino, Macola & Vibronda, Sinfonico Honolulu, Giuseppina Torre, Peligro, Ylenia Lucisano & Renato Caruso e tantissimi altri. Tra gli altri, l’artista eclettico dell’anno Gio Evan terrà uno spettacolo esclusivo per il MEI 2018 alle ore 24.00 al Ridotto del Teatro Masini.

L'ultimo giorno della manifestazione, il 30 settembre, sarà dedicata interamente dedicata ai quarant'anni dalla Legge Basaglia con «Interiezioni», lo spettacolo meta - teatrale di Pierpaolo Capovilla, voce del gruppo rock Il Teatro degli Orrori, e il maestro Paki Zennaro. Durante questa giornata sarà possibile assistere all’assegnazione di numerosi premi come il «Premio Pivi 2018 - Miglior Videoclip Indipendente Dell’anno», «Premio Speciale Pivi 2018» e al Forum del Giornalismo Musicale. Inoltre, sarà possibile partecipare ad interessanti workshop curati da Giuseppe Ficaro, Giuliano Biasin e Francesco Galassi. Concluderà la rassegna Mario Capanna, il leader del Movimento Studentesco del ’68 e autore del best seller «Formidabili quegli anni».