Home MusicaNewsMotorhead, addio a Lemmy Kilmister

Motorhead, addio a Lemmy Kilmister

Stroncato in pochi giorni da un cancro particolarmente aggressivo è morto a 70 anni il leader, bassista e cantante della band

Foto: Ian “Lemmy” Kilmister in azione sul palco  - Credit: © SplashNews

29 Dicembre 2015 | 09:20 di Lorenzo Di Palma

«Non c’è una maniera semplice per dirlo… il nostro forte e nobile amico Lemmy è morto oggi dopo una breve battaglia contro un cancro particolarmente aggressivo». Così il sito ufficiale e la pagina Facebook dei Motorhead, annunciano la dipartita, a 70 anni (era nato il 24 dicembre del 1945 a Stoke-on-Trent), di Ian “Lemmy” Kilmister, cantante, bassista compositore, fondatore e leader del gruppo heavy metal britannico, morto stanotte a Los Angeles.

«Ha saputo della malattia il 26 dicembre», continua il breve comunicato, «ed era a casa, seduto di fronte al suo video gioco preferito, con la sua famiglia. Non riusciamo ad esprimere il nostro shock e la nostra tristezza, non ci sono parole. Vi diremo di più nei prossimi giorni, ma per ora, per piacere… fate suonare a tutto volume i Motörhead, gli Hawkwind, la musica di Lemmy. Bevete qualcosa. Condividete le storie. Celebrate la Vita come quest’uomo amabile e meraviglioso ha sempre fatto. Lui vorrebbe esattamente questo. Born to lose, lived to win».

Parole che saranno condivise dai tutti i tanti fan di Lemmy e dei Motörhead, un artista che con la sua voce roca e ruvida e la sua maniera di suonare - ascoltate Ace of Spades, Killed by Death o il live No Sleep 'Til Hammersmith (1981) per averne un’idea - oramai era, suo malgrado, un simbolo di una maniera di fare musica senza compromessi, come il Punk ha insegnato.    

Lemmy cominciò a suonare il basso e a interessarsi alla musica negli anni ’60. Prima di fondare il gruppo psichedelico degli Hawkind, con cui ha esordito, e poi Motörhead, nel 1975 con Eddie Clarke alla chitarra e Phil Taylor (morto a giugno di quest’anno a 61 anni) alla batteria, ha fatto a lungo il “roadie”, anche per Jimi Hendrix di cui fu grande amico e ha persino insegnato a suonare il basso (con scarsi risultati, diceva) a Sid Vicious dei Sex Pistols, come racconta in La sottile linea bianca, la sua autobiografia, una delle più belle della storia del rock, da tempo fuori catalogo e che ora probabilmente sarà ripubblicata.  

I Motörhead, per ricordare il loro frontman hanno aperto un’apposita pagina Facebook dove i fan e di tutti quelli che l’hanno amato possono condividere il proprio ricordo di Lemmy: 

Please leave your condolences, well wishes and stories below in comments.

Posted by Ian Fraser Lemmy Kilmister on Lunedì 28 dicembre 2015